Qatar 2022, Ecuador a rischio esclusione: Italia ripescata?

Problemi per Qatar 2022 per l’Ecuador: la Nazionale sudamericana rischia addirittura l’esclusione per un problema di passaporti: l’Italia spera nel ripescaggio.

In tempi di crisi, ci si attacca a tutto, ed ecco quindi che in Italia ci si chiede se le speranze di rientrare nel Mondiale di Qatar 2022, al via il prossimo novembre, non siano del tutto esaurite, dato il rischio esclusione paventato per l’Ecuador.

La Nazionale sudamericana è stata infatti convocata ufficialmente dalla FIFA per chiarire la sua posizione sul caso del giocatore Byron Castillo, accusato dalla Federcalcio cilena di essere sceso in campo per l’Ecuador nelle qualificazioni mondiali CONMEBOL senza avere ottenuto regolarmente la cittadinanza del paese con capitale Quito. Se il procedimento disciplinare avviato oggi dalla FIFA dovesse individuare la colpevolezza ecudoregna, le conseguenze potebbero anche riportare a un ripescaggio dell’Italia. Facciamo chiarezza.

Qatar 2022, il caso Byron Castillo

Byron Castillo è un terzino destro 23enne in forza al Barcellona di Guayaquil, uno dei più noti club dell’Ecuador, e dal settembre 2021 gioca anche nella Nazionale Tricolor. Ufficialmente, è nato nel 1998 nella città ecuadoregna di Playas, e ha sempre giocato, fino dal 2014, nel campionato locale.

Secondo quanto comunicato meno di una settimana fa dalla Federcalcio cilena, però, Byron Castillo sarebbe in realtà nato nel 1995 a Tumaco, in Colombia, e starebbe quindi rappresentando l’Ecuador a livello internazionale senza averne diritto, in virtù di un passaporto falso.

La denuncia cilena ha fatto scattare oggi un’indagine da parte della FIFA, che potrebbe portare all’esclusione d’ufficio dell’Ecuador da Qatar 2022 per un’aperta violazione del regolamento. Tuttavia, al momento è ancora presto per dire cosa succederà: la federazione internazionale lavorerà, nelle prossime settimane, per capire come stanno effettivamente le cose.

L’Italia può essere ripescata?

Ovviamente, dato che adesso c’è ufficialmente un’indagine FIFA in atto, l’ipotesi dell’esclusione dell’Ecuador dal Mondiale va tenuta in considerazione. L’ipotesi più accreditata, nel caso dovesse essere appurata la colpevolezza, non comporta però un ripescaggio degli Azzurri: l’Ecuador riceverebbe la partita persa a tavolino in tutte le gare di qualificazione in cui ha schierato Castillo, e cioè le due gare con Cile e Paraguay, e una contro Argentina, Bolivia, Venezuela e Uruguay.

Tutto ciò andrebbe a grande vantaggio del Cile. L’Ecuador perderebbe infatti 14 punti, nella classifica della CONMEBOL, e il Cile ne conquisterebbe 5, mantenendosi davanti al Paraguay e scavalcando sia l’Ecuador che il Perù (che tra un mese dovrà giocarsi uno spareggio con una squadra asiatica), entrando così di diritto a Qatar 2022.

Tuttavia, esiste una remota possibilità per un ripescaggio dell’Italia. Se infatti la FIFA dovesse decidere per un’esclusione dell’Ecuador e per invalidare le partite in cui Byron Castillo è sceso in campo nelle qualificazioni, il posto del Tricolor potrebbe essere riempito secondo il criterio della Federazione più alta nel ranking tra quelle rimaste escluse dai Mondiali. In quel caso, il posto spetterebbe all’Italia, ma è chiaro che siamo di fronte a un’ipotesi assolutamente remota.

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI