HomeSerie AChi è il preparatore atletico dell’Atalanta?

Chi è il preparatore atletico dell’Atalanta?

L’Atalanta continua a vincere, convincere e soprattutto correre più delle avversarie: conosciamo meglio cose c’è dietro alla condizione atletica della squadra di Gasperini e chi svolge il ruolo di preparatore

L’Atalanta di Gian Piero Gasperini è un vero e proprio meccanismo a orologeria, che funziona al meglio sul piano tecnico e atletico. Oltre a giocare un calcio sublime mettendo in pratica le idee del mister e valorizzando al massimo giocatori che mai si sono espressi nella loro carriera come a Bergamo (Gomez, Ilicic, Zapata e Gosens, per fare quattro nomi), i nerazzurri mostrano sempre una condizione atletica invidiabile.

Un gap rispetto alle altre squadre del campionato italiano che è stato notato soprattutto nel post lockdown, quando i nerazzurri erano in grado di sostenere senza problemi una gara ogni tre giorni giocando sempre o quasi ad alta intensità. Qual è dunque il segreto dell’Atalanta? La risposta sta nei fuoriclasse di cui si avvale il patron Percassi per quanto riguarda la preparazione atletica, oltre a quelli schierati tutte le settimane da Gasperini in campo.

Atalanta preparatore
Fonte: @atalantabc (Instagram)

Borrelli e Bangsbo: le due figure chiave dell’Atalanta

Andando ad analizzare l’organigramma dell’Atalanta, il preparatore atletico risponde al nome di Domenico Borrelli. Si tratta di un uomo di fiducia di Gasperini, che il tecnico ha conosciuto a Crotone. Certamente un’eccellenza nel suo ambito, ma il lavoro atletico sui giocatori nerazzurri è garantito anche grazie ad un’altra figura altrettanto importante.

Il nome in questione è quello di Jens Bangsbo, che figura come consulente per l’Atalanta. Si tratta di un personaggio che in passato ha svolto il ruolo di consulente anche per la Juventus, sia nel biennio con Carlo Ancelotti che nel secondo ciclo targato Marcello Lippi (un’epoca in cui è salito alla ribalta un mix straordinario di tecnica e fisicità come Pavel Nedved). Inoltre ha collaborato con la Nike, con la Nazionale danese ed è stato il preparatore personale di fuoriclasse come Cristiano Ronaldo e Andres Iniesta. Un vero e proprio fuoriclasse dunque, che Percassi non si è lasciato scappare.

Bangsbo
Fonte: @Juve1897no (Twitter)

Il metodo di Bangsbo

In questi mesi di dominio atalantino, molto si sono chiesti che cosa avesse di speciale la preparazione atletica dei nerazzurri. Le ipotesi più quotate erano di un lavoro particolarmente approfondito sul piano della forza, con carichi da culturisti che rendevano i giocatori dell’Atalanta più imponenti rispetto agli avversari. La preparazione di Bangsbo, invece, è incentrata sulla parte aerobica.

Il suo metodo di lavoro è basato sul concetto “30-20-10”: 30 secondi a basso ritmo, 20 di accelerazione graduale e 10 andando a tutta, ripetendo questa sequenza fino a quando l’atleta non ce la fa più. Si tratta di una tipologia di lavoro ideale per qualsiasi sporta aerobico o per la preparazione sul piano aerobico di uno sport come il calcio.

Questo modo di lavorare, unito ovviamente all’importanza del suo curriculum, ha portato i dirigenti dell’Atalanta ad ingaggiare Bangsbo nell’ottobre del 2018. La squadra stava navigando in cattive acque, avendo conquistato una sola vittoria nelle prime 8 giornate. Con l’avvento del nuovo preparatore la musica è cambiata tanto che i nerazzurri, con un girone di ritorno da sogno, hanno chiuso il campionato al terzo posto. Risultati confermati nelle annate successive, con un ottimo livello di gioco accompagnato da una condizione fisica ideale soprattutto nell’ultima e decisiva parte di stagione.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard!

Avatar
Paolo Lora Lamia
Classe ’92, ho la vocazione del giornalismo sportivo fin dall’adolescenza. Adoro il calcio, la sua storia e una narrazione sportiva tesa ad emozionare più che a creare polemiche. Giornalista pubblicista dal 2019, cofondatore di Mondoprimavera.com, collaboratore presso Gruppo GEDI e La Giovane Italia e opinionista sportivo per Toscana TV. Ho un debole per il calcio inglese (e per il Liverpool in particolare).

Articoli recenti