Provedel balbetta, Maximiano aspetta: Lazio, che fare con i portieri?

provedel lazio
Fonte: Image Photo

Da Provedel a Maximiamno, la situazione portieri in casa Lazio merita un’attenta analisi, visto quello che è successo in questo finale del 2022.

Il portiere è senza alcun dubbio un ruolo fondamentale e che molto spesso, nel corso di una stagione, può davvero fare la differenza. Quanto fatto l’anno scorso dai Maignan nella conquista dello scudetto del Milan può essere soltanto l’ultimo degli esempi. Ed ecco che, quel che sta accadendo in casa Lazio, merita un’analisi più che attenta e dettagliata. Qualcosa potrebbe cambiare tra i biancocelesti?

Portieri Lazio, cosa succede a Provedel?

La mente non può non tornare alla prima giornata, quando, dopo pochissimi minuti del match contro il Bologna, Maximiano si è fatto fa espellere per aver preso la palla con le mani fuori area. Un errore grossolano quello del portoghese, ma che alle stesso tempo ha spalancato le porte a Provedel. Da quel momento l’ex Spezia ha sempre giocato, fornendo prestazioni di altissimo livello e risultando in più di un’occasione decisivo.

Insomma, Sarri pensava di aver trovato il suo guardiano e i tifosi capitolini l’avevano già eletto idolo. La ciliegina sulla torta per di più è stata la convocazione in Nazionale. Insomma, per il 28enne di Pordenone pareva davvero essere arrivata quella consacrazione tanto attesa dopo una lunga gavetta.

Ultimamente però qualcosa sembra essersi rotto. Già nelle ultime giornate prima della sosta per il Mondiale il buon Ivan è apparso meno brillante e più disattento rispetto a primi mesi. Basti pensare all’uscita sul gol di Kean in Juventus-Lazio e ad alcune reti prese sul proprio palo. Sensazioni negative che sono state confermate dalle amichevoli di questo periodo natalizio.

Il portiere della Lazio è apparso meno reattivo, non più così capace di guidare il reparto e di dare sicurezza. Molto probabilmente si tratta solo di un periodo di appannamento, legato anche a un utilizzo continuo e costante. In poche parole, avere un secondo affidabile può fare la differenza ed essere essenziale in momenti del genere.

Portieri Lazio, ancora una chance per Maximiano?

Il pensiero dunque torna all’inizio del ragionamento, ossia a Maximiano. Il lusitano, da quell’errore, non si è praticamente più visto. A fermarlo una borsite all’anca, che gli rendeva difficile persino allenarsi al meglio. Ora però il peggio, dal punto di vista fisico e muscolare, è stato messo alle spalle. L’estremo difensore, viste le difficoltà del compagno di reparto, potrebbe avere la chance di mettersi in mostra e di rimettersi in gioco.

D’altronde i 12 milioni spesi dalla Lazio per lui la scorsa estate non possono essere svalutati in questo modo e senza nemmeno una seconda possibilità. Sarri spera che il 2023 risolva tutto, avendo così due portieri affidabili a disposizione. Perché la sua Lazio ha bisogno del miglior Provedel, ma anche di un secondo in grado di farsi trovare sempre pronto.