Persyn
Fonte immagine: profilo Ig @TiboPersyn

Tibo Persyn è il nuovo protetto di Antonio Conte. Arrivato dal Belgio nel 2018 e con un contratto fino al 2024, il laterale classe 2002 ha tutte le caratteristiche per diventare il futuro dell’Inter. 

Tanta corsa, lucidità e disciplina: questi tre cardini che hanno fatto innamorare Conte di Persyn, il giovane laterale destro arrivato in Italia dal Club Brugge due stagioni fa. 

Persyn-Inter: destino?  

Tibo Persyn arriva all’Inter grazie alla mediazione di Gunter Thiebaut, ex calciatore belga che nel giovane talento del Club Brugges aveva visto una piccola stellina adatta al club nerazzurro. 

E’ l’estate 2018 quando l’Inter si assicura le prestazioni del giovane dopo averlo visto vincere il campionato Under 16 con il Club Brugge e partecipare all’europeo Under17 con il Belgio. 

Prima di allora, il ragazzo si era messo in mostra alla Kevin De Bruyne Cup: nell’estate 2016 mette in ombra Ansu Fati e Konrad De La Fuente portando il Belgio al terzo posto grazie a un assist nella finalina. Un talento da sgrezzare, ma disciplinato ai limiti dell’ossessione. 

Tibo Persyn, le caratteristiche tecniche

Esterno a tutta fascia da una stagione ormai, Persyn giunge all’Inter come ala adattabile a tutti i ruoli della fascia destra. Se nel Brugge ha spesso giocato alto a destra, in nazionale ha sempre giocato come terzino rendendosi disponibile ad ognuna delle corse all’indietro che il ruolo richiedeva. 

Nell’Inter di Armando Madonna, nella scorsa stagione, ha giocato come esterno a tutto campo nel 3-5-2 specchio di quello della prima squadra. In patria lo associano a Thomas Meunier per il tipo di ruolo in cui si sta specializzando, ma fisicamente è molto diverso dall’ex Paris Saint Germain. 

Alto 1 metro e 79 centimetri, Persyn non ha molta dimestichezza con i duelli aerei, ma compenso con una forza fisica e una rapidità devastante. Velocissimo, è soprannominato il Fulmine Belga e gioca sulla destra proprio seguendo questa particolare caratteristica. 

E’ in grado di percorrere la fascia in proiezione offensiva – dove si trova meglio – per rendersi pericoloso con il cross dalla linea di fondo o puntare verso il centro dal quale è anche riuscito a segnare alcuni gol (uno, importante, contro il Milan alla sua prima stagione all’Inter). A livello difensivo deve migliorare nelle letture e nella gestione delle energie – fasi alternate di riposo e spinta nel corso della gara – ma il giocatore si farà. 

In questa stagione, ferma a causa del Covid, Persyn ha giocato una sola partita, mentre nella scorsa stagione furono 23 le presenze, con 2 gol e 4 assist messi a referto. In nazionale ha invece giocato ben 19 gare con l’under 17, 4 con l’under 18 in cui ha segnato un gol e una presenza, a febbraio 2020, con l’Under 19 in cui è riuscito ad andare in rete. 

Disciplina, forza fisica, senso del gol e capacità di creare occasioni per i compagni: tutto ciò che Conte può desiderare da un calciatore di fascia condensati nel giovane Persyn.

Leggi anche:  Gli occhi dell'Inter su Jesus Corona, messicano del Porto avversario della Juventus

Futuro con Conte 

Per questo Antonio Conte la scorsa estate lo ha convocato per la preparazione estiva, e sempre per questo lo scorso settembre è arrivato il rinnovo di contratto fino al 2024. 

“Sono molto felice di annunciare il mio nuovo contratto di 4 anni con l’Inter. In attesa delle prossime stagioni in questi colori. Un enorme ringraziamento ai miei agenti, all’Inter, alla mia famiglia e ai miei amici per il supporto e la fiducia in me.”

Queste le dichiarazioni del belga dopo il rinnovo.

In casa Inter si attende l’esplosione definitiva del ragazzo, anche se con la situazione attuale il campionato primavera 20/21 è fermo fino a data da destinarsi. Con Hakimi come esempio, ci si aspetta che Persyn non perda occasione per apprendere dal laterale Marocchino e diventare fondamentale per il futuro dell’Inter di Conte. 

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: Instagram, Facebook, Twitter e Flipboard!