sabato, Maggio 18, 2024

Perché Mourinho è stato espulso: che record per il vice

Mourinho non era in panchina ieri sera per Milan-Roma, mentre c’era il suo vice Salvatore Foti. Che ormai ha un proprio invidiabile record da allenatore.

Qualcuno potrebbe esserselo chiesto: come mai José Mourinho non era in panchina ieri contro il Milan? In effetti, l’allenatore portoghese della Roma non si è ancora visto sulla panchina giallorossa dalla ripresa della Serie A, in questo 2023. Era infatti assente anche il 4 gennaio, quando la sua squadra ha battuto il Bologna per 1-0.

La lunga pausa dovuta prima al Mondiale e poi alle vacanze di Natale e Capodanno ha infatti fatto dimenticare a molti cosa era successo nell’ultima giornata del 2022, il 13 novembre contro il Torino, match conclusosi sull’1-1. In quell’occasione, Mourinho venne infatti espulso dall’arbitro Antonio Rapuano, e successivamente squalificato con ben 2 giornate di stop dl giudice sportivo. I tifosi giallorossi lo potranno dunque rivedere in campo in settimana in Coppa Italia contro il Genoa, e poi domenica prossima in campionato con la Fiorentina.

Perché Mourinho era stato espulso e squalificato per 2 turni

Ma cosa aveva fatto il tecnico portoghese per essere espulso e addirittura squalificato per due partite? Come detto, i fatti risalgono all’ultima di Serie A del 2022, disputatasi il 13 novembre all’Olimpico contro il Torino, e conclusa sull’1-1. Nel finale di partita, la Roma stava perdendo e il clima era molto teso; all’89’ il Torino lanciò un contropiede con Radonjic sulla fascia sinistra, ma l’azione venne fermata da un fallo tattico dell’esordiente Tahirovic, subito ammonito.

Una decisione che, per qualche motivo, non era affatto piaciuta a Mourinho, che si era mosso fino a oltre i confini della sua area tecnica, lamentandosi duramente con il direttore di gara. Il contenuto delle parole dello Special One non è tutt’ora noto, ma lo stesso allenatore romanista nel post-partita ammise di aver detto qualcosa per cui meritava l’espulsione.

Il record invidiabile di Salvatore Foti, il vice di Mourinho

Non si è trattata, ovviamente, della prima espulsione mai subito da Mourinho, che anzi solo in questa stagione ne aveva ricevuta un’altra, il 18 settembre contro l’Atalanta, per non parlare di quelle nella passata stagione. L’allenatore portoghese ha un carattere difficile, questo si sa, ma se non altro le sue intemperanze hanno dato molto spazio al suo vice, che ha cosi avuto modo di farsi già una discreta esperienza in panchina in Serie A. E di stabilire anche un bel record personale.

Stiamo parlando innanzitutto di Salvatore Foti, che dal 1° gennaio 2022 ha rimpiazzato João Sacramento, nel frattempo trasferitosi al PSG. Foti, palermitano classe 1988, da giovane era considerato una grande promessa del calcio italiano, segnando il suo primo gol in Serie A a soli 17 anni con la maglia della Sampdoria. Poi tanti infortuni ne hanno alterato le sorti, portandolo al ritiro a soli 15 anni. Da allora si è dedicato all’attività tecnica, diventando un collaboratore fidato di Marco Giampaolo, prima alla Samp, poi al Milan, e infine al Torino.

A Roma ha trovato una spazio che nessuno, lui per primo, si sarebbe aspettato. E bisogna dire che sta dimostrando di meritare la fiducia risposta in lui da Mourinho e dal club giallorosso: in un anno come vice del portoghese, Foti ha già guidato la Roma dalla panchina in cinque occasioni, ottenendo risultati più che discreti. È infatti imbattuto in Serie A, avendo vinto le prime quattro partite (1-0 allo Spezia, 1-0 all’Atalanta, 2-1 all’Inter e 1-0 al Bologna), e pareggiato ieri in rimonta contro il Milan (2-2).

Potrebbe interessarti anche: