Perché l’Inter vuole cedere Casadei?

Casadei è uno dei maggiori prospetti delle giovanili dell’Inter, eppure potrebbe passare al Chelsea nei prossimi giorni. Perché i nerazzurri non lo tengono?

8 milioni di euro per un ragazzo di 19 anni che ancora non ha esordito in Serie A sono proprio una bella cifra, a cui è difficile rinunciare, ma fanno anche riflettere: perché una delle squadre più forti al mondo, il Chelsea, è disposta a spendere così tanto per un giocatore ancora tutto da scoprire?

Sono questi i discorsi che in queste ore vertono attorno a Cesare Casadei, giovane e promettente centrocampista della Primavera dell’Inter finito nel mirino di Thomas Tuchel, e la cui permanenza in nerazzurro è tutt’altro che assicurata, a questo punto, sia per volontà del giocatore che del club.

Casadei, perché l’Inter medita la cessione

Una sola convocazione, il 20 febbraio contro il Sassuolo, ma nessun minuto in campo. Eppure sulle qualità del centrocampista ravennate non ci sono dubbi, e da tempo si parla molto bene di lui. Nonostante questo, difficilmente avrà spazio anche solo come riserva nella prossima stagione dei nerazzurri.

Il centrocampo dell’Inter è al momento completo: in rosa, Simone Inzaghi può fare affidamento su Brozovic, Asllani, Barella, Gagliardini, Calhanoglu e Mkhitaryan. Al punto che un altro giovane – il 20enne Agoumé, reduce da una buona stagione al Brest – molto probabilmente lascerà la squadra per avere più spazio.

Una situazione che ripropone così le solite discussioni su quanto poco le società italiane credano nei giovani, con l’Inter che rischia un altro caso Gnonto. Marotta ha definito Casadei un talento, ma non si è sbilanciato sul suo futuro, specialmente in termini di mercato. Ma pare abbastanza chiaro che, nella prossima stagione, gli spazi in prima squadra saranno molto risicati, e che il ragazzo della Primavera nerazzurra dovrà andare altrove, se vuole maggiore fiducia.

Al Chelsea certamente non avrà un posto da titolare assicurato, ma sicuramente più occasioni in futuro di mettersi in mostra. Anche se, al momento, la prima offerta dei Blues è stata rifiutata dall’Inter perché ritenuta troppo bassa. I nerazzurri hanno chiaramente bisogno di cedere, e Casadei garantisce un’importante occasione di plusvalenza a cui sarebbe difficile rinunciare, specie se il Chelsea dovesse alzare la sua offerta. La questione, a questo punto, è però più che altro strategica: vale la pena cedere un giovane di queste prospettive, invece di investire sul suo sviluppo?