Perché Inghilterra Italia viene giocata a porte chiuse

Inghilterra Italia è la partita di stasera in Nations League, remake della finale degli Europei dell’anno scorso. Ma, stavolta, non ci sarà il pubblico: ecco perché.

Un anno dopo circa, gli Azzurri di Roberto Mancini tornano nel Regno Unito, stavolta non per giocarsi il titolo europeo ma per dimostrare che il progetto di ricostruzione, dopo lo shock dell’esclusione dai Mondiali, è sulla buona strada. Davanti a loro un’Inghilterra che, a sua volta, ha smarrito molte certezze e deve anch’essa migliorare dopo le prime due deludenti partite di questa Nations League.

C’è un’altra cosa che sarà piuttosto diversa, rispetto alla sfida in finale di un anno fa: allo stadio Molineux di Wolverhampton saranno presenti appena 3.000 tifosi, quasi tutti bambini sotto i 14 anni, sui circa 32.000 posti disponibili. Inghilterra Italia, infatti, si dovrà giocare a porte chiuse.

Inghilterra Italia: perché si gioca a porte chiuse

Il motivo di questa situazione risale proprio alla finale di Wembley dell’anno scorso, quando agli ingressi dello stadio londinese si verificarono parecchi disordini. La stampa italiana, all’epoca, si era anche spinta a parlare, all’epoca, di aggressioni mirate verso i tifosi italiani da parte degli inglesi, ma queste circostanze non sono mai state dimostrate, e anzi sembra che i tifosi che hanno assalito gli ingressi si erano scagliati contro chiunque capitasse a tiro.

Gli eventi dell’11 luglio 2021, comunque, hanno convinto la UEFA a punire la Federcalcio inglese con due partite interne a porte chiuse nelle competizioni ufficiali della confederazione europea. La decisione, presa lo scorso ottobre, riguarda quindi Inghilterra Italia di questa sera e la sfida di martedì 14 giugno contro l’Ungheria.

Inghilterra Italia a porte chiuse: perché ci sarà comunque pubblico allo stadio

Tutto ciò, però, non significa che i tifosi non potranno del tutto essere presenti al Molineux questa sera: i regolamenti UEFA consentono infatti una particolare scappatoia, spesso utilizzata dalle federazioni sanzionate con match a porte chiuse.

A prescindere dalla squalifica, la federazione punita può decidere di fare entrare allo stadio un numero illumitato di Under-14 per assistere alla partita, e ogni 10 bambini presenti dovrà esserci un adulto in qualità di accompagnatore. Ecco perché, per Inghilterra Italia di questa sera, lo stadio di Wolverhampton vedrà comunque un pubblico di circa 3.000 persone, per lo più giovanissimi.