Pepe rischia da 2 mesi a 2 anni: salterà la Lazio?

Il portoghese Pepe è finito nei guai per aver partecipato a una rissa in campo durante Porto-Sporting Lisbona, partita vinta dai Dragoes nell’ultimo turno di campionato. Il problema, però, è che oltre a essere stato espulso, ha nascosto un proiettile piovuto dagli spalti. 

Ancora una volta Pepe, che in passato ci ha abituato ad altre “mattane”, ha regalato un’uscita un po’ fuori di testa.

Il proiettile e la rissa

Secondo il quotidiano A Bola, al 44′ del primo tempo della partita tra Porto e Sporting è caduto sul terreno di gioco un oggetto, che il delegato della Liga ha identificato come un proiettile.

Solo in due se ne sono accorti: l’ala Ricardo Esgaio dello Sporting e Pepe, che l’ha raccolto da terra. Mentre Esgaio lo invitata a mostrare la pallottola all’arbitro, il difensore ex Real l’ha invece nascosto in tasca. Un gesto controverso, ma nulla in confronto a ciò che è poi avvenuto in campo.

La partita l’ha vinta il Porto 2-0, ipotecando il campionato, ma il resto dell’incontro ha visto le due squadre perdere leggermente la testa, visto che ci sono stati ben 4 espulsi. Tra di essi anche Pepe, appunto, che non contento avrebbe, sempre secondo A Bola, aggredito il dirigente accompagnatore dello Sporting, Hugo Viana.

Cosa rischia Pepe

In Portogallo, un’aggressione in campo a un dirigente avversario comporta una squalifica fino a 2 anni, nelle situazioni più gravi, mentre in quelle più leggere solo 2 mesi. Due pene comunque abbastanza pesanti: a 38 anni e con un contratto in scadenza a giugno 2023, una condanna a 2 anni significherebbe la fine della carriera di Pepe.

Nel migliore dei casi, invece, a finire sarebbe solo questa stagione, perché con 2 mesi di stop il centrale rientrerebbe in campo solo a maggio, in tempo per giocare le ultime due giornate di campionato. Sembra molto probabile, però, che Pepe possa saltare almeno il ritorno degli ottavi di Europa League contro la Lazio, mentre l’andata verrà disputata domani.

Toccherà alla Commissione Disciplinare della Federcalcio lusitana valutare, nei prossmi giorni, la gravità dell’atto commesso dal difensore, e stabilire così la sua assenza dai campi. Certo, Pepe non è nuovo a queste uscite un po’ fuori di testa, nonostante stia dimostrando con i fatti quanto sia ancora capace di mantenere un alto standard di rendimento ad alti livelli.

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI