Nikolas Nkoulou
Fonte: profilo ufficiale Instagram @torinofc

Con Giampaolo, Nkoulou era finito sul mercato e a novembre il giocatore aveva rifiutato una proposta di rinnovo (scadenza a fine anno). Ora, con l’arrivo di Nicola e lo smaltimento dell’affaticamento muscolare, può essere arruolabile per la sfida di venerdì con la Fiorentina. Il suo futuro è nelle mani dell’allenatore e della dirigenza granata.

Nikolas Nkoulou è diventato un punto interrogativo per la dirigenza granata. In questo girone d’andata di Serie A, Nkoulou ha giocato solamente 8 partite, più la presenza in Coppa Italia con il Milan. L’ultima presenza in campionato risale al 12 dicembre, sconfitta casalinga per il Torino contro L’udinese, dopo quella partita solo panchine per il difensore granata.

La sua assenza dal campo è stata così lunga che la società ha iniziato a chiedersi se fosse meglio vendere il giocatore, visto anche il suo ingaggio da 1,8 milioni. Le numerose panchine collezionate da Nkoulou sarebbero dovute anche al suo rapporto negativo maturato con l’ex allenatore Giampaolo, che sostituì Nkoulou preferendo Lyanco. In questa settimana il difensore camerunese ha recuperato dall’infortunio e vedremo cosa deciderà Nicola sul suo utilizzo.

Nikolas Nkoulou
Fonte: profilo ufficiale Instagram @pianeta_granata

Nkoulou uomo mercato?

Molte squadre ad inizio mercato avevano messo gli occhi sul difensore camerunese, specialmente il Milan e il Lione erano interessate al difensore granata, ma non hanno provato nessun affondo.

La dirigenza sta pensando molto alla sua situazione, visto che Nkoulou si trova alla soglia dei 31 anni e il suo contratto sta andando in scadenza. Cairo ha esplicitamente detto che chi vuole andare via deve dirlo espressamente, e lui, in caso, lo accontenterà; anche se, in questa sessione di mercato, non sarebbe semplice rimpiazzare un centrale come Nkoulou.

Leggi anche:  Cosa non è andato tra Giampaolo e il Torino

Al giorno d’oggi la squadra che sembra più interessata al difensore granata è il Bologna, che però ha rallentato i contatti dopo l’acquisto di Soumaro; la valutazione che il Torino aveva comunque fatto per il suo centrale era intorno agli 8 milioni.

La situazione attuale del difensore

Nkoulou ha da poco superato l’affaticamento muscolare che lo ha tenuto fuori dal campo per l’esordio del nuovo allenatore Davide Nicola, ed è arruolabile per la prossima giornata contro la Fiorentina.

Rimane da capire le intenzioni del nuovo tecnico granata, che farà capire se lo considera un uomo chiave per la salvezza o se finirà nella lista trasferimenti. Nella prima partita del nuovo allenatore, il tecnico ha continuato ad utilizzare la difesa a 3 -linea che adottava anche Giampaolo – quindi dal punto di vista tattico non ci dovrebbero essere problemi per il camerunese.

Non sono ancora chiare le intenzione del giocatore, che a novembre, disse di no ad una proposta di rinnovo, lasciandosi libero di firmare un contratto con altre squadre in questa sessione invernale. Forse, però, Nicola riuscirà a convincere il giocatore a rimanere in granata.

Nikolas Nkoulou
Fonte: profilo ufficiale Instagram @nkoulou_n

Le offerte di mercato per il centrale granata

Essendo un centrale con esperienza e avendo dimostrato le sue abilità nel campionato italiano, diverse squadre tengono d’occhio la situazione del calciatore. Il Milan e il Bologna hanno un po’ mollato questa pista dopo i rispettivi acquisti Tomori e Soumaro.

La squadra che è rimasta più vigile su questa situazione è il Parma. Infatti, D’Aversa è alla ricerca di un centrale di difesa, e dopo la quasi ufficialità di Musacchio alla Lazio, il Parma (che era interessato all’ex Milan) ha virato sul camerunese.

Leggi anche:  Prima valore aggiunto, oggi in crisi: cosa sta succedendo a Sirigu?

Il nodo resta la formula: bisognerà capire se il Torino chiederà soldi (valutazione intorno agli 8 milioni) o se proporranno uno scambio Nkoulou-Kurtic, lo sloveno è da tempo un pallino del Torino e anche Nicola avrebbe aperto ad un suo arrivo per conquistare la salvezza.