Napoli Juventus arbitro: chi è Doveri precedenti e polemiche

0
doveri napoli juventus

Napoli Juventus chi è Doveri l’arbitro della partita e quali sono le sue statistiche con queste due squadre

Ha provocato non poche polemiche la designazione di Doveri (con Mariani e Piccinini delegati al Var) per il big match della 18esima giornata di campionato tra Napoli e Juventus. Doveri ha diretto già questa sfida nella finale di Supercoppa italiana della stagione 2019-2020 (vittoria per 4-2 degli azzurri ai calci di rigore dopo lo 0-0 maturato tra tempi regolamentari e supplementari) e una volta anche in campionato, il 13 febbraio 2021, altro successo per i campani, con la rete di Lorenzo Insigne che decise la sfida al Maradona. Doveri ha 23 precedenti con la Juventus (13 vittorie, 5 pareggi e 5 sconfitte) e 33 con il Napoli (19 vittorie, 9 pareggi e 5 ko, è la squadra che ha arbitrato di più) ma in compenso alcune sue prove hanno lasciato strascichi polemici.

Per lungo tempo infatti l’arbitro romano non è stato designato per una partita della Juve dopo un lungo stop post derby di Torino del 2019 quando non concesse un rigore ai granata per un fallo di mano in area di Mathijs De Ligt.  Questo si aggiungeva a un altro episodio e a un’altra sospensione curiosamente dopo un altro derby di Torino, ma di Coppa Italia, quando non aveva espulso lo juventino Khedira dopo un brutto intervento su Acquah. Nulla, nemmeno dopo una revisione al Var. Doveri sarà coadiuvato dagli assistenti Costanzo e Passeri e dal quarto uomo Chiffi. Al Var saranno invece Mariani Piccinini. Per lui sarà il debutto stagionale con il Napoli, mentre sarà la terza partita con la Juventus dopo aver diretto Fiorentina-Juventus alla quinta giornata e Juventus-Inter alla 13a giornata.

Doveri Napoli statistiche e polemiche

Nel caso di Juve-Inter ci fu qualche polemica alla vigilia, visti gli auguri che aveva formulato a suo favore Massimiliano Allegri nella conferenza gara pre gara per quella che sarebbe stata la partita numero 200 di Doveri in Serie A. A proposito di Inter e di Napoli suscitó altre feroci polemiche una foto prima della sfida tra queste due squadre nella passata stagione allo stadio Maradona. Di Doveri all’epoca uscì un’immagine post supercoppa tra Juve e Inter in cui era stato pizzicato con uno zaino proprio del club nerazzurro e qualcuno aveva insinuato che il fischietto romano fosse un tifoso della Beneamata. A tagliare corto ci pensó comunque Luciano Spalletti che tirò fuori una sua solita frase ad effetto: “Forse vi manca un passaggio su questa cosa. La Finanza lo ha fermato e gli ha chiesto di aprire lo zaino: Si, c’erano dentro le mozzarelle”.

Dopo un weekend abbastanza caldo dal punto di vista arbitrale come quello appena trascorso, con Sacchi e Abisso protagonisti di prove disastrose in Monza Inter e in Sampdoria Napoli, con rigori inesistenti fischiati o piuttosto evidenti non fischiati nonostante l’intervento del Var, ci si aspettano arbitraggi all’altezza vista la grande posta in palio. Doveri comunque è tra i più esperti e affidabili fischietti su piazza, che in 5 partite arbitrate in campionato ha tirato fuori 22 cartellini gialli e ancora nessun rosso in gare che hanno avuto in media 26 falli. In carriera comunque è difficile che abbia tirato fuori un rosso (44 in 201 gettoni, circa uno ogni 5 partite). La sua media sui rigori è anche di uno ogni tre partite circa. Curiosamente nelle ultime 10 partite che ha arbitrato in Serie A solo in 2 occasioni ha vinto la squadra di casa, tra cui l’incredibile Bologna-Inter 2 a 1 che di fatto consegnò l’ultimo scudetto al Milan. Al campo poi naturalmente l’ardua sentenza per quella che si preannuncia come una partita chiave nell’orbita dello scudetto, con il Napoli che ha 7 punti di vantaggio sulla Juventus ed è già campione d’inverno.