Rabbia Mourinho attacca un suo calciatore: la colpa è dell’Inter

0
1116
mourinho roma
Image Photo Agency

Mourinho non riesce più a contenere tutta la sua rabbia. Stavolta, però, la colpa è anche un po’ dell’Inter che tanto ha amato.

Il matrimonio tra José Mourinho e l’Inter è stato uno dei più felici della storia nerazzurra ma, come spesso capita nel calcio, è ormai una storia superata. Lo Special One, infatti, siede sulla panchina della Roma con cui ha vinto la Conference League e ha raggiunto quella di Europa League, perdendola solo ai calci di rigore contro il Siviglia. Il percorso dell’allenatore, nonostante molti rumors andassero in senso opposto, proseguirà nella capitale, ma ora la tensione è sempre di più tra la dirigenza e l’allenatore. Il motivo, neanche a dirlo, è il calciomercato come sull’altra sponda di Roma.

Lo Special One, anche alla luce del brutto infortunio subito da Tammy Abraham, ha chiesto un nuovo acquisto proprio lì davanti, in grado di dare la qualità necessaria per vincere le partite e offrire un volto diverso alla fase offensiva. I profili che ha messo in cima alla lista sono quelli di Gianluca Scamacca e Alvaro Morata, ma entrambi in questo momento sono piuttosto lontani e entrambi se li aspettava già da tempo. In particolare, l’ex Sassuolo aveva aperto nettamente al trasferimento in giallorosso, tornando a vestire la maglia che aveva già amato. Ora, però, si è inserita l’Inter che sembra particolarmente vicina all’accordo con il West Ham per una cifra compresa tra i 25 e i 30 milioni di euro. Non è poco e sicuramente la Roma non poteva arrivarci, perché Tiago Pinto e la società continuano a rispondere che bisogna prima vendere e poi, grazie agli incassi, acquistare. La mossa dei nerazzurri e un altro obiettivo alla malore hanno comunque fatto crescere la tensione tra il tecnico e la sua dirigenza, tanto che ora è veramente palpabile.

LEGGI ANCHE Roma rivoluzione totale: perché cresce la tensione tra Mourinho e Pinto

Mourinho e la rabbia contro Belotti: cosa è successo

Mourinho ha tutta l’intenzione di alzare il livello tecnico della squadra e, quindi, non riesce proprio a non arrabbiarsi di fronte a certi errori. A ogni sbavatura nei passaggi o nelle sponde di Andrea Belotti, secondo “TuttoSport”, lo Special One avrebbe iniziato a saltare sulla sedia in tribuna, dove ha seguito tutta la partita, in segno di disappunto. Non è esattamente un malumore solo nei confronti dell’ex Torino, ma un sintomo che qualcosa di più non va nel suo progetto di squadra. Ancora è molto dietro rispetto ai piani e nella stagione che sta per iniziare avrebbe voluto esprimere un gioco diverso. A questo punto, vedremo se la società deciderà di accontentarlo e farà uno sforzo per cercare di arrivare ad Alvaro Morata. L’Atletico Madrid, però, continua a chiedere 21 milioni di euro per la punta e Diego Simeone non sembra avere tutta questa voglia di privarsene, anzi lo sta anche valorizzando nel precampionato. Mourinho ci spera ancora, ma la tensione adesso è ad altissimi livelli e toccherà ai Friedkin e a Tiago Pinto fare qualcosa per evitare il peggio. Ora nulla è scontato, anche a tre settimane dal campionato.

Copyright Image: ABContents