Mondiali 2022 Giappone come gioca: modulo e calciatori

Il Giappone è sempre tra le formazioni più affascinanti e suggestive, nonostante tutti i suoi difetti, dei Mondiali di calcio. Scopriamo chi tenere d’occhio.

Difficile pensare di poter superare un girone con dentro Spagna e Germania, due tra le squadre più complete e ambiziose di questi Mondiali 2022. Eppure mai come oggi il Giappone può dire di avere una squadra di caratura internazionale, in grado di raccogliere i frutti di oltre trent’anni di impegno e investimenti.

Il paese del Sol Levante oggi sforna continuamente giocatori di talento in grado di dire la propria anche nei campionati europei, pur senza avere una stella assoluta che spicchi sulle altre. Con Hajime Moriyasu, inoltre, i Samurai Blue hanno trovato un allenatore locale e molto preparato, che sta dimostrando di saper valorizzare il collettivo più delle individualità.

Mondiali 2022: come gioca il Giappone

Sebbene il livello medio della rosa sia più alto che in passato, il problema essenziale del Giappone sembra però essere sempre il solito: manca chi la butta dentro. Negli anni la squadra ha aggiunto al suo reparto talento portieri, difensori e mediani incontristi, compensando la sovrabbondante produzione di trequartisti, ma continua a mancare un vero centravanti.

Paradossalmente, oggi Giappone sembra avere il proprio punto di forza nella difesa, dove accanto all’esperienza dell’ex-Sampdoria Maya Yoshida troviamo anche Takehiro Tomiyasu dell’Arsenal, anche lui vecchia conoscenza della Serie A. Uniti ad altri giocatori che fanno bella figura in Bundesliga, come Itakura ed Endo, la fase di copertura potrebbe essere la vera sopresa dei Samurai Blue ai Mondiali 2022.

Quando si tratta di mezze punte rapide e fantasiose, la selezione del ct Moriyasu conferma la sua tradizione fortunata. I nomi più noti, e da cui ovviamente ci si aspetta di più, sono Minamino e Kubo, ma di ragazzi pronti a lasciare il segno inaspettatamente ce ne sono. Il più interessante, tra questi ragazzi meno quotati, è ovviamente Ritsu Doan del Friburgo, classe 1998, considerato qualche anno fa l’astro nascente del calcio nipponico ma ancora in cerca del salto di qualità.

Mondiali 2022: la formazione del Giappone

GIAPPONE (4-2-3-1): Schmidt; Tomiyasu, Yoshida, Itakura, Ito; Morita, Endo; Kubo, Kamada, Minamino; Asano. All. Moriyasu.