Sorpresa Mbappé: nel 2024 può lasciare il PSG! I dettagli

Clamorosa rivelazione su Mbappé e il suo futuro da parte dell’Equipe: l’attaccante del PSG avrebbe firmato un rinnovo fino al 2024, cioè di soli due anni.

Tra un anno potrebbe ricominciare la telenovela su Kylian Mbappé: a rivelarlo è stato il giornale francese L’Equipe, che sul suo numero odierno spiega come il faraonico contratto firmato dall’attaccante la scorsa estate con il PSG non duri in realtà fino al 2025, come inizialmente sostenuto, ma un anno in meno.

L’accordo tra Mbappé e il club capitolino si esaurirebbe quindi nel 2024, il che significa che già dalla prossima estate potrebbe ricominciare la caccia ad ingaggiarlo a parametro zero un anno dopo, con il Real Madrid chiaramente in pole position per assicurarselo e ritagliare per lui il ruolo di nuovo Benzema.

Mbappé PSG: rinnovo fino al 2024? Che succede

L’Equipe riporta che l’accordo firmato in estate da Mbappé col PSG sia di soli due anni, cioè fino a giugno 2024, con un’opzione per il terzo anno che scatterebbe però solo con il consenso del giocatore, come la cosiddetta Player Option degli sport americani. Ciò significa che se tra due anni l’attaccante dovesse decidere di cambiare squadra, il PSG potrebbe fare ben poco per trattenerlo.

In questi due anni, Mbappé intende valutare il progetto sportivo del club, secondo il quotidiano transalpino. E al momento pare ci sarebbero già alcuni dubbi a riguardo: in estate, Luis Campos aveva promesso di aprire un nuovo corso e di portare in rosa alcuni importanti acquisti, cioè Lewandowski, Bernardo Silva e Skriniar. Il primo è andato al Barcellona, mentre gli altri non si sono mossi (anche e sul difensore dell’Inter non è ancora detta l’ultima parola).

Ancora L’Equipe aggiunge che, intervistato dopo PSG-Juventus della scorsa settiamana in Champions League, Mbappé ha risposto in maniera enigmatica riguardo il suo stato di soddisfazione sul mercato della squadra: “Questo non è né il luogo né il tempo, e non sono la persona per poter rispondere al meglio a questa domanda. Siamo qui per parlare di una partita di Champions League”.