Nuovo caso Lukaku in Serie A: i compagni sono furiosi

Il caso Lukaku sta infiammando il calciomercato, ma non è l’unico da tenere d’occhio in Serie A: cosa sta succedendo. 

Sono giornate bollenti sul calciomercato per sistemare le squadre in vista della nuova stagione. E non più per le temperature torride che hanno colpito il nostro Paese soprattutto nella seconda metà di luglio, ma perché ancora diversi colpi sono da fare, di soldi non ce ne sono tanti e le telenovela non mancano. Sapete tutti cosa è successo per Romelu Lukaku con l’Inter che, dopo il tradimento con la Juventus, ha deciso di scaricarlo. Nel caso che vi raccontiamo oggi, il tradimento non è così diretto, ma potrebbe comunque consumarsi presto. Stiamo parlando di Nemanja Matic. Il mediano della Roma, protetto e pupillo di José Mourinho fin dai tempi del Manchester United, è stato un elemento fondamentale nella scorsa stagione, dimostrando le solite qualità tecniche, la fisicità attesa e una continuità che in pochi si aspettavano a questo punto della sua carriera.

Ora è un baluardo, soprattutto un leader tecnico e dello spogliatoio di cui nessuno dalle parti di Trigoria può fare a meno. Proprio per questo, il club capitolino non ha mai pensato realmente di privarsene, ma potrebbe essere costretto a farlo nei prossimi giorni. Ciò che sta succedendo è piuttosto singolare, soprattutto perché in pochi se l’aspettavano da lui. Matic ha sul tavolo una proposta dal Rennes molto importante: un biennale a tre milioni di euro a stagione con opzione per il terzo anno. A quanto pare, il calciatore ci sta pensando seriamente e nell’ultima settimana non si è neppure allenato con la squadra, ufficialmente per un problema muscolare. Anche sui social la sua presenza si è assottigliata sempre di più, dato che non mostra segnali dal 2 agosto, giorno del compleanno di Paulo Dybala.

LEGGI ANCHE Lukaku Juventus e non solo: Giuntoli vuole un tris da incubo

Il comportamento di Matic ricorda il caso Lukaku

Secondo quanto riporta il “Corriere dello Sport”, quest’atteggiamento potrebbe essere dovuto anche alla corte del Rennes. I suoi compagni, inoltre, non l’avrebbero presa per nulla bene: Matic è considerato un leader dello spogliatoio e in campo e la sua uscita sarebbe un segnale di destabilizzazione niente male. Quando ad avere certi comportamenti, anche se in questo caso è tutto da confermare, sono dei calciatori simboli allora le cose si mettono ancora peggio. Pensate a Lukaku per cui si è alzato un vero e proprio calciatore che alla fine è andato a danno di tutte le parti in causa, dal Chelsea al bomber stesso. La sua situazione, a distanza di alcune settimane, non si è affatto sbloccata, anche perché la Juventus non ha ancora ceduto Dusan Vlahovic. Per il serbo non è detto che non possa accadere la stessa cosa: la Roma non è entrata nell’ordine di idee di cederlo e lo farebbe soltanto per una cifra attorno ai 7-8 milioni di euro. Se l’addio non dovesse andare a buon fine, allora non sarebbe facile essere reintegrato come uno dei paladini del gruppo di Mourinho. Insomma, comunque vada, non sarà un successo, anche in questo caso.

Claudio Cafarelli
Claudio Cafarellihttps://www.minutidirecupero.it
Giornalista pubblicista, laurea in Economia, fondatore di Contrataque nel 2012 e di MinutiDiRecupero nel 2020. Appassionato di SEO e ricerca di trend, ho lavorato come copywriter e content manager per agenzie italiane e straniere con particolare attenzione alla scrittura e indicizzazione di contenuti. Dopo aver coltivato una lunga esperienza nella scrittura di trasmissioni televisive e radiofoniche, lavoro per l'agenzia di marketing digitale Jezz Media come responsabile editoriale per l'Italia. Mi occupo della costruzione di piani editoriali facendo riferimento ad analisi trend e volumi di ricerca in chiave SEO e della stesura ed ottimizzazione di articoli e testi per siti web. Appassionato di calcio ho lavorato a trasmissioni sportive in TV e radio e scritto per NapoliCalcioLive, PianetaNapoli, Virgilio Sport e calciomercato.it

Potrebbe interessarti anche: