Le curiose regole di Mascherano per i ragazzi dell’Argentina U20

Il ct Mascherano, ex-calciatore oggi alla guida dell’Argentina U20, ha stabilito alcune regole piuttosto curiose e interessanti a cui i suoi giocatori devono attenersi.

Allenare i giovani non è mai facile, specialmente in un paese calcisticamente ambizioso e ricco come l’Argentina. L’importante, però, è avere le idee chiare su cosa si vuole fare e ottenere da i propri giocatori, e Javier Mascherano sembra avercele.

L’ex-centrocampista 37enne di Liverpool e Barcellona si trova infatti al momento alla guida della Nazionale U20 del suo paese, dopo la nomina ottenuta lo scorso dicembre in sostituzione di Fernando Batista. Si tratta della prima esperienza da allenatore in assoluto per Mascherano, che nel gennaio 2021, pochi medi dopo il ritiro dal calcio giocato, era stato inserito nello staff della squadra maggiore come coordinatore del Dipartimento Metodologia e Sviluppo.

El Jefecito ha redatto una serie di regole di comportamento ben precise per i suoi giocatori, in modo da occuparsi non solo dell’aspetto tecnico e tattico dei talenti argentini, ma anche di quello più personale e umano. E per adesso, in campo, le cose stanno andando abbastanza bene: dopo il 2-2 all’esordio contro i pari età statunitensi, lo scorso marzo, negli scorsi giorni l’Argentina U20  ha vinto entrambe le partite disputate contro il Perù U20, 3-1 e 2-1.

Le regole di Mascherano nell’Argentina U20

Un calciatore non è solo uno sportivo: ecco qual è il principio attorno a cui girano le norme corpontamentali a cui i giocatori della squadra giovanile argentina devono attenersi sotto il nuovo corso di Javier Mascherano.

Il ct punta considera infatti il proprio ruolo anche come quello di chi deve educare dei giovani a essere non solo dei validi atleti, ma anche delle valide persone, capaci di agire correttamente anche fuori dal campo. Le regole stilate per i ragazzi dell’Albiceleste vanno dal comportamento nello spogliatoio allo studio e all’arricchimento personale, per crescere a 360°. Ecco gli 8 punti del suo regolamento:

  1. Fare i compiti
  2. Imparare l’inglese
  3. Leggere libri quando attendono in aeroporto
  4. Pulire i propri scarpini
  5. Prendersi il cibo da soli in mensa, senza farsi servire da altri
  6. Rimettere i piatti a posto dopo aver finito di mangiare
  7. Pulire le proprie stanze
  8. Frequentare workshop sulla comunicazione

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI