HomeCalciomercatoA volte ritornano: Mandzukic di nuovo nel mirino della Juventus

A volte ritornano: Mandzukic di nuovo nel mirino della Juventus

Mandzukic torna di moda a Torino, ora che la Juventus è in cerca di un centravanti che possa fare il vice-Morata, senza però dover spendere cifre esorbitanti.

Certi amori non finiscono, cantava qualcuno certamente non juventino. Eppure in quelle poche parole si ritrovano tentazioni che prendono un po’ tutti, anche la società bianconera che, in queste ore, starebbe valutando la possibilità di mettere nuovamente sotto contratto Mario Mandzukic, l’attaccante croato attualmente svincolato.

34 anni, Mandzukic è stato uno dei giocatori che meglio di tutti hanno incarnato la Juventus di Massimiliano Allegri, venendo infine sacrificato con l’arrivo di Sarri in panchina. Dopo essere transitato senza troppo successo dal campionato del Qatar, il croato è nuovamente a piede libero.

Che ne è stato di Mandzukic

Mandzukic è rimasto nel cuore dei tifosi bianconeri, e questo la dirigenza lo sa bene: in tanti non hanno apprezzato la sua cessione e avrebbero volentieri continuato a usufruire della sua grinta in campo. Un anno esatto fa, il centravanti ex-Bayern Monaco e Atletico Madrid lasciava Torino, ormai ai margini della rosa, per l’Al Duhail, andandosi a godere una pensione dorata alla soglia dei 34 anni.

mandzukic
Fonte Immagine: @mariomandzukic (Instagram)

In Qatar, però, è rimasto appena 6 mesi, giocando appena sette partite e segnando un solo gol. A luglio, infatti, Mandzukic ha improvvisamente risolto il suo contratto con il club (dove aveva ritrovato altri due ex-juventini, Mehdi Benatia e Han Kwang-song) e da allora non ha più giocato una partita.

Perché prendere Mandzukic

L’acquisto del croato, anche solo per i pochi mesi che mancano alla fine della stagione, è senza dubbio un rischio: è fermo da diverso tempo e ha un’età e un fisico che non gli consentono un pronto recupero della forma partita. Tuttavia, Mandzukic resta nel mirino della Juventus e continua ad avere tanti estimatori nell’ambiente, tra cui l’ex-allenatore Christian Bucchi, che ieri a Radio Bianconera ha consigliaro di riprendere il centravanti nativo di Slavonski Brod: “Lasciandolo partire la Juventus si è indebolita. Era indispensabile nell’economia della squadra, faceva tanto lavoro sporco”.

In questo momento, la Juventus sta cercando un centravanti di peso per fare la riserva di Morata e, come sappiamo, i soldi da investire sul mercato non sono molti, viste le ristrettezze economiche di tutti i club. Mandzukic è un giocatore disponibile a parametro zero, ed è consapevole di non poter ambire a 7,5 milioni a stagione che percepiva in Qatar, né tantomeno ai 4 dei tempi della Juventus. Inoltre, vista l’età, potrebbe essere più facile convincerlo a un contratto di soli sei mesi, magari prorogabili in base alle prestazioni.

Non solo Mandzukic

È bene specificare, però, che la Juventus non sta monitorando solo l’attaccante croato, anzi. Mandzukic è più più che altro un piano B, essendo un giocatore esperto, che conosce l’ambiente, è benvoluto da tifosi e costrerebbe relativamente poco.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Mario Mandžukić MM 17 (@mariomandzukic)

Sappiamo che il club bianconero è infatti orientato su diversi nomi, che al momento hanno la precedenza: Giroud ovviamente è il sogno, essendo un attaccante ancora nel pieno della forma ma che sta cercando di lasciare il Chelsea. Tuttavia, il suo costo potrebbe ancora essere un ostacolo, per cui tra gli obiettivi ci sarebbe anche Milik, ancora giovane ma con poco spazio a Napoli. Purtroppo, i difficili rapporti tra le due società complicano non poco la trattativa.

Altri nomi sono quelli di Pavoletti del Cagliari, di Graziano Pellé (anche lui svincolato dopo l’esperienza in Cina, ma che fa gola a molti, tra cui anche l’Inter) e addirittura un altro clamoroso ritorno, quello di Fernando Llorente, bianconero dal 2013 al 2015 e oggi al Napoli (ma verso una sua cessione, De Laurentiis sarebbe più ben disposto). Sfumato del tutto Quagliarella, alla rosa dei papabili si è aggiunto appunto anche Mario Mandzukic.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard!

Valerio Moggia
Valerio Moggia
Nato a Novara nel 1989, è il curatore del blog Pallonate in Faccia, ha scritto per Vice Italia e Rivista Undici, e collabora con la rivista digitale Linea Mediana.

Articoli recenti