Torino in emergenza, una sorpresa in porta “grazie” al Covid. È all’esordio

In casa Torino ora tutti gli occhi sono concentrati su Luca Gemello, il giovane estremo difensore della squadra granata.

Il Covid-19 sta senza alcun dubbio condizionando la vita e la quotidianità di tutti da ormai quasi due anni. A esser colpite dal virus sono inevitabilmente anche le squadre di Serie A. Queste ultime si sono trovate così con le rose dimezzate. Questo però potrebbe offrire delle chance importanti a dei giocatori giovani e cresciuti nei singoli vivai. Il pensiero va in casa Torino e a quello che potrebbe succedere tra i pali nel match di lunedì contro la Fiorentina.

LEGGI ANCHE: Il Torino non ha più bisogno di Belotti

Luca Gemello, sarà lui a giocare in Torino-Fiorentina?

Domani potrebbe essere, stando a indiscrezioni e rumors, il giorno di Luca Gemello, giovane estremo difensore, che è cresciuto nella Primavera del club piemontese. Infatti sembra che il tecnico dei granata Juric dovrà fare a meno di Milinkovic e Berisha, il suo vice, è alle prese con un problema fisico. Tra l’altro, secondo quanto raccontato da Tuttosport, sarebbe stato proprio il mister croato a spingere per tenerlo in squadra dopo le esperienze in Serie C con Fermana e Renate.

Ed ecco che domani per lui potrebbe esserci la grande occasione per debuttare in Serie A fin dal primo minuto. Occorrerà attendere ovviamente la lista dei convocati, che farà maggiore chiarezza sui presenti e sugli assenti per la sfida con i viola.

Va detto che il ragazzo è un classe 2000 e si è già messo in mostra, convincendo e colpendo tutti, staff tecnico in primis, nel ritiro estivo di qualche mese fa. Parate eccellenti, ottima gestione del pallone coi piedi, personalità da veterano: queste le qualità che hanno stregato e che hanno fatto capire che forse si ha a che fare con un predestinato o comunque con un diamante da sgrezzare e da gestire.

La dimostrazione è che, sotto l’albero di Natale, per lui c’è anche stato il rinnovo di contratto fino al 2023, con tanto di ritocco dell’ingaggio. Insomma, il Toro sembra davvero puntarci con decisione, pur essendo ancora solo il terzo portiere. Ma ora potrebbe esserci la sua grande occasione. E chissà che non riesca a scalare le gerarchie, con pazienza, costanza e fiducia.

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI