blanc
Fonte Immagine: @rmc_sport (Instagram)

Fino a qualche tempo fa, Blanc era uno degli allenatori più quotati in circolazione, ma oggi è senza panchina da quattro anni e ha annunciato di non essere più così interessato ad allenare club professionistici

IL DEPORTIVO ALAVES STA COSTRUENDO UN’ALTRA SALVEZZA MIRACOLOSA

“Tornerò di sicuro, ma non sarà nel calcio degli adulti, bensì in quello dei bambini”. Lo ha detto ieri Laurent Blanc alla trasmissione francese Téléfoot, dando una risposta – senza dubbio inaspettata – a una domanda che in tanti si ponevano da quattro anni a questa parte, vale a dire da quando l’ex-difensore campione del mondo nel 1998 fu sollevato dal suo incarico al PSG.

Un’affermazione che ha sorpreso un po’ tutti, considerando che Blanc ha solamente 55 anni e alle spalle ha una carriera da allenatore di tutto rispetto che lo ha portato fino alla guida della nazionale francese. Proprio la scorsa estate, il tecnico transalpino era stato addirittura accostato alla panchina del Barcellona.

QUALI SONO I CALCIATORI VEGANI?

Il mistero Blanc

Una carriera breve ma non avara di trofei, quella del Blanc allenatore: tre squadre appena, due soli club, e una bacheca da 18 titoli, di cui 3 individuali. Ha iniziato ad allenare nel 2007 al Bordeaux, dove fu artefice della rinascita di Yoann Gourcuff e del miglior periodo della storia del club dagli anni Ottanta, tornando a vincere lo scudetto insieme ad altri tre trofei nazionali.

IL VERONA DI JURIC NON SMETTE DI STUPIRE

Leggi anche:  La Ligue 1 è un campionato senza gerarchie prestabilite

La sua esperienza con la Francia, impegnata in un difficile ricambio generazionale nel post-Domenech, non fu delle migliori, soprattutto a causa dello scandalo delle quote razziali del 2011. Ma la sua carriera proseguì, e anzi nelle tre stagioni successive divenne l’allenatore più vincente della storia del PSG, conquistando 11 titoli e dominando il calcio francese, oltre a raggiungere sempre i quarti di Champions League (risultato migliorato solamente da Tuchel nella scorsa stagione).

Il caso Blanc non ha finora trovato spiegazioni, tanto che la scorsa estate anche un mostro sacro come Arsene Wenger si spinse a dire che la sua marginalizzazione dal mondo del calcio è “un’ingiustizia e un mistero”. Nei suoi pochi anni in panchina (appena nove), Blanc ha dimostrato di avere ottime capacità tattiche e di gestione dello spogliatoio, e se questo non dovesse bastare va ricordato che si tratta di una leggenda del calcio francese, capitano dei Bleus durante il loro primo titolo mondiale.

JESSE MARSCH E LE DIFFICOLTÀ DEGLI ALLENATORI AMERICANI IN EUROPA

Non è chiaro se la lunga lontananza dalla panchina sia dovuta a una mancanza di fiducia da parte dei club o a una disaffezione di Blanc verso il calcio professionistico. Si sa che, almeno fino a qualche mese fa, era interessato a rimettersi in pista: era ciò che aveva detto il suo amico e collega Antoine Kombouaré, e ciò che lasciava intendere la sua decisione di assumere come agente Jorge Mendes.

Nell’intervista in tv, però, Blanc ha anche detto che il mondo del calcio professionistico gli piace sempre meno, “Il mestiere di allenatore è sempre più difficile, ci viene richiesto di far guadagnare valore ai giocatori, che non sono più giudicati in base a quello che fanno in campo, ma per la loro capacità di generare valore finanziario“. Dedicarsi al calcio amatoriale, tra i giovani – la Francia pone da sempre molta attenzione alla cura dei settori juniores, probabilmente i migliori d’Europa – sarebbe quindi la cosa migliore per l’ex-giocatore di Napoli e Inter.

Leggi anche:  Moise Kean si sta prendendo la scena a Parigi

Le parole di Blanc, però, potrebbero anche essere una strategia mediatica consigliata proprio da Mendes: queste dichiarazioni stanno facendo discutere in Francia ma anche all’estero, contribuendo a rimettere in circolazione il nome di un allenatore che, in questi anni era un po’ stato dimenticato. Chissà allora che, dopo questa uscita, qualche presidente non inizi a pensare a lui come nuovo allenatore, magari in un suo vecchio club come Marsiglia o Manchester United.

ALLENATORI SVINCOLATI, DA POCHETTINO AD ALLEGRI: LA TOP 10

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard!