Kvaratskhelia, rinnovo col Napoli: cifre e prospettive

kvaratskhelia napoli
Fonte: Image Photo

Kvaratskhelia rinnova col Napoli: quali sono le prospettive per il giocatore georgiano e per il club di Aurelio De Laurentiis? Ecco le cifre dell’operazione.

L’esterno della squadra di Luciano Spalletti è in procinto di rinnovare il suo accordo col Napoli nel tentativo soprattutto di difenderlo dall’assalto delle big del calcio europeo, che già hanno puntato i loro radar sul georgiano.

Kvaratskhelia, stipendio raddoppio

Se c’era un giocatore al mondo che meritava un aumento dello stipendio, quello era Khvicha Kvaratskhelia, il ragazzo georgiano arrivato quasi dal nulla e che ha avuto un impatto clamoroso sia sul campionato italiano che sulla Champions League. Sei gol e sette assist in Serie A, altri due gol e tre assist nella massima competizione europea e un valore di mercato triplicato nel giro di 3-4 mesi.

Lontani i tempi in cui nessuno lo conosceva e per facilitare la pronuncia del suo cognome il presidente De Laurentiis lo chiamava Zizì. Adesso Kvara è uno dei giocatori più ambiti del mercato europeo e non più solo l’erede di Lorenzo Insigne. Le pretendenti si sono moltiplicate negli ultimi tempi, e anche un contratto all’apparenza semi-blindato come quello di Khvicha andava rivisto al rialzo: 1.2 milioni netti fino al 2027? Facciamo raddoppio per un’ulteriore stagione. 

Certo, se dovesse arrivare la big di Premier di turno, o della Liga, con una proposta di ingaggio ancora superiore allora il Napoli dovrebbe alzare le mani e spingere il più possibile sul cartellino, dagli 80 milioni in su. Intanto però l’accordo è per altre potenziali cinque stagioni, a conferma che ormai Kvaratskhelia è al centro del progetto azzurro.

Kvaratskhelia, il futuro col Napoli

Il georgiano peraltro è sempre più integrato con la città, che l’ha adottato. Premiato come atleta georgiano dell’anno dal Comitato Olimpico locale, questa settimana ha partecipato a San Giovanni a Teduccio a un’iniziativa Italo-georgiana. Ennesimo bagno di folla per lui, e parole in libertà in mezzo ai tifosi che lo adorano: “I napoletani vivono il calcio con una passione incredibile. Quando ho esordito al Maradona mi sono davvero sentito un professionista. Noi georgiani abbiamo al primo posto i valori la famiglia. Anche qui a Napoli è così. E questo mi fa stare bene“.

Nessuno più di lui meritava, per ciò che ha dimostrato in campo, un rinnovo del contratto. E colpisce il fatto che il suo stipendio sia ancora relativamente “basso” rispetto a quello di altre superstar anche del nostro campionato che in realtà non hanno combinato granché. Questa è anche la forza del Napoli di quest’anno, aver trovato giocatori funzionali al progetto che rendano e che costino poco, o comunque meno di altri.

Kvara è per distacco il colpo di mercato del 2022, non solo in Serie A ma forse nell’intera Europa. Come ha cambiato lui il volto del Napoli nel giro di poco tempo, nessuno. E ricordiamo che era costato 10 milioni appena, quelli sborsati da De Laurentiis alla Dinamo Batumi. Le big d’Europa, magari non a gennaio ma dalla prossima estate, torneranno alla carica per il georgiano, a suon di assegni quasi in bianco, se dovesse continuare con questo rendimento strepitoso.

Molto dipenderà anche da come concluderà la stagione il Napoli, una macchina quasi perfetta attesa da molti al varco nella seconda parte dell’annata calcistica. Vetta della classifica in campionato e ottavi di Champions (contro l’Eintracht Francoforte) raggiunti in carrozza vincendo addirittura il girone davanti a Liverpool e Ajax.

Lo stesso Kvaratskhelia, reduce anche da un mini-infortunio prima della sosta per il Mondiale, sarà ancora di più sotto i riflettori. Tuttavia il suo probabile rinnovo per un’ulteriore stagione con stipendio raddoppiato è un chiaro segnale: gli azzurri vogliono blindare il loro gioiello e credono fortemente in Kvara.