Zakaria e Pogba non bastano: la Juventus vuole anche Koné

La Juventus punta Kouadio Koné, giovane talento francese della Bundesliga, per andare a rinforzare la propria linea mediana. Scopriamo qualcosa di più su di lui.

Perché accontentarsi di uno, quando puoi averne due? Mentre continua l’inseguimento della Juventus a Pogba, il club bianconero sonda anche un altro terreno, non necessariamente alternativo a quello dell’ormai ex-Manchester United: quello di Kouadio Koné.

Anche lui centrocampista centrale di nazionalità francese, il nuovo obiettivo del club torinese è un prospetto interessante ma che già oggi, nonostante la giovane età, vanta un bel bagaglio di esperienza. In caso di una possibile partenza di McKennie, Koné potrebbe riempire egregiamente il vuoto in rosa lasciato dallo statunitense.

L’erede di Zakaria in Bundesliga

Classe 2001, Kouadio Koné è nato nei pressi di Parigi in una famiglia di origine ivoriana, ma ha mosso i primi decisivi passi della sua carriera nel Tolosa: entrato nel settore giovanile nel 2016, ha esordito nella squadra B due anni dopo, e nel 2019 era già nella formazione maggiore.

Gli è bastata una stagione in Ligue 1, nonostante la deludente retrocessione dei Violets, per convincere il Borussia Monchengladbach che valesse la pena portarlo in un campionato di più alto livello. Così, nel gennaio 2021 il club tedesco lo ha acquistato per 9 milioni di euro, dandogli il tempo di completare però la stagione in Ligue 2, anche se poi il Tolosa ha fallito il play-off promozione.

La scorsa estate, Kouadio Koné è quindi approdato in Germania, anche se ha subito dovuto affrontare un infortunio al legamento che lo ha tenuto fuori da luglio a settembre. Al suo rientro in campo, tuttavia, il giovane transalpino ha iniziato a dimostrare tutte le sue qualità.

Il suo impatto sul club è stato positivo, con un miglioramento dei risultati dei ragazzi di Adi Hutter dopo il difficile inizio di campionato. Ma soprattutto, l’efficacia e la duttilità a centrocampo del francese hanno convinto allenatore e società che era possibile affidargli la mediana, lasciando partire a gennaio Denis Zakaria (andato proprio alla Juventus), per scommettere tutto su Koné.

Kouadio Koné: come gioca

In caso di approdo a Torino, non verrebbe però a fare la riserva dello svizzero, ma piuttosto per essere un valido jolly di centrocampo con grandi prospettive di crescita. Koné è un centrocampista centrale in grado di interpretare il ruolo sia da mezzala che da box-to-box, giocando all’occorrenza anche più avanzato o arretrato. Potenzialmente, potrebbe integrarsi bene con Zakaria e Pogba, ma anche supplire all’assenza di uno dei due o di Locatelli.

Se se lo troverà a disposizione, Allegri dovrà occuparsi prima di tutto di disciplinarlo tatticamente: Kouadio Koné è un giocatore dalla grande rapidità e con una forte propensione al dribbling, che spesso utilizza con eccessiva frequenza, con rischio di perdere palla, e su questo aspetto ci sarà da lavorare.

Transfermarkt lo valuta 15 milioni di euro, ma data la giovane età e le aspettative che il Gladbach ha su di lui (ben rispecchiate da un contratto fino al 2025), è facile che la cifra richiesta dai tedeschi sarà più alta.

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI