Kessie, niente Barcellona: cosa succede

Franck Kessie potrebbe non andare più al Barcellona, come invece pareva scontato: la trattativa per il milanista si è complicata nelle ultime ore, vediamo perché.

Sembrava tutto fatto per il passaggio di Kessie dal Milan al Barcellona la prossima estate, vista la scedenza del contratto del mediano ivoriano, eppure le cose si sono improvvisamente complicate e il trasferimento non pare più così scontato.

La notizia arrivata dalla Spagna, secondo cui il Barcellona non potrebbe al momento registrare il giocatore, sta portando a interrogarsi i tifosi milanisti sulle possibili conseguenze che un eventuale stop alla trattativa avrebbe per il loro club. Proviamo a capire cosa sta succedendo e quali conseguenze potrebbero occorrere.

Kessie, niente Barcellona? Ecco perché

Secondo la testata spagnola Sport, il problema sarebbe esclusivamente blaugrana: come risaputo da tempo, il Barcellona ha grossi problemi economici, che l’hanno spinto a fare un mercato orientato soprattutto sui parametri zero fin dall’estate 2021. Tuttavia, i costi degli ingaggi sono molto alti, e l’idea di ingaggiare anche Kessie (7 milioni di euro l’anno, il suo ingaggio) potrebbe rappresentare un ostacolo.

La stessa cosa era già successo un anno fa, quando i nuovi acquisti Depay, Garcia e Aguero avevano costretto i senatori blaugrana a un taglio di stipendio. Di nuovo, altre risistemazioni delle spese del club erano state necessarie a gennaio, per completare il trasferimento di Ferran Torres dal Manchester City.

Cosa può succedere adesso

Che la situazione possa risolversi con un mancato trasferimento di Kessie al Barcellona, sembra molto difficile, e ancora più complicato è immaginarsi che l’ivoriano resti al Milan: il rapporto tra il centrocampista e il club si è ormai rotto, e a fine giugno avverrà la separazione, dovuta principalmente alle alte richieste d’ingaggio del giocatore. Anche se non dovesse andare al Barcellona, Kessie non avrà problemi a trovare un altro top club in Europa.

Tuttavia, con il club catalano sembra tutto fatto: l’accordo dovrebbe essere già firmato, anche se solo ufficiosamente, e Kessie ha già sostenuto le visite mediche e dato il via libera al trasferimento. È quindi logico supporre che questo piccolo intoppo si risolverà, anche se la responsabilità sarà tutta del club.

Il piano del Barcellona è, prevedibilmente, quello di tagliare le spese attuali liberandosi di alcuni giocatori: Dani Alves, Sergi Roberto e Ousmane Dembelé lasceranno la squadra a scadenza di contratto, e in particolare con gli ultimi due si andrà a risparmiare circa 23,5 milioni all’anno. Poi scadranno i prestiti di Adama Traoré e Luuk de Jong, e potrebbero essere effettuate altre cessioni (Umtiti e Braitwaithe i primi della lista).

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI