Quando torna Vlahovic: che fine ha fatto l’attaccante della Juve

valhovic juventus
Fonte: Image Photo

Juventus quando torna Vlahovic che fine ha fatto il serbo che anche contro il Napoli non sarà presente per via dei suoi cronici problemi fisici.

Cercasi Vlahovic. Cercasi bomber. La Juventus ancora una volta giocherà senza il suo attaccante principe, prelevato ormai un anno fa dalla Fiorentina per 70 milioni di euro ma che non ha ancora espresso tutto il suo talento. Pubalgia, si è detto a lungo, un problema rognoso da affrontare e ancora di più da risolvere. Il mondiale in tal senso non ha aiutato perché il serbo ha dovuto giocare probabilmente sul dolore le tre partite del girone e “meno male” che la sua nazionale è uscita subito. In campionato ha giocato appena 10 partite, segnando 6 gol d’accordo, e altre cinque in Champions League andando a bersaglio in un’occasione: cifre un po’ flosce per uno così, anche perché sono state molte (8) le gare che ha saltato, praticamente un terzo del totale.

Vlahovic quando torna

L’ultima volta che abbiamo visto il serbo con la maglia bianconera numero 9 è del 25 ottobre scorso, nella sfida persa 4-3 a Lisbona contro il Benfica che costò di fatto l’uscita della Juve dalla Champions League. Sono passati tre mesi, in mezzo naturalmente il mondiale, ma c’è nebbia fitta sulle condizioni di Vlahovic, che rischia di diventare un caso. Non filtrano molte notizie dall’ambiente juventino e questo non è un bene in sé. Con la pubalgia meglio andare coi piedi di piombo ed evitare ricadute. Difficile anche prevedere se il club bianconero possa operare sul mercato per trovare un sostituto o arrangiarsi così con Milik che comunque sta facendo bene.

Le ultime notizie sull’infortunio di Vlahovic parlano di una possibile convocazione per la partita contro il Monza, prima però il serbo sarà testato in un’amichevole per capire le condizioni e se è riuscito a mettersi da parte la pubalgia. Solo se riuscirà ad avere segnali positivi, lo staff potrà ritenerlo guarito. L’obiettivo di Allegri è quindi riuscire a convocare Vlahovic per la partita di domenica 29 gennaio contro il Monza. Possibile che con la ripresa delle coppe europee (adesso per la Juventus c’è l’Europa League, appuntamento con il Nantes tra il 16 e il 23 febbraio) il serbo possa rivedersi titolare.

In caso contrario si accenderebbero tutti gli allarmi possibili in casa bianconera, visto l’investimento pesante compiuto un anno fa e con un giocatore azzoppato da un problema fisico tra i più difficili da affrontare. Massimiliano Allegri preferisce non sbilanciarsi mantenendo l’assetto attuale con Milik ormai punto di riferimento dell’attacco e Kean che si alterna con l’ex Napoli. Il tecnico juventino ormai è quasi abituato a vivere nell’emergenza e a recuperare i giocatori passo passo, come fatto prima con Angel Di Maria e ora con Federico Chiesa.