La Juve perde i pezzi: cosa succede con Cuadrado e De Ligt

Problemi alla Juventus, con due dei principali giocatori della rosa che non fanno segreto del loro malcontento: perché Cuadrado e De Ligt vogliono andarsene?

Da un lato, la Juventus pianifica i rinforzi per la prossima stagione, guardando a Pogba, Di Maria, Zaniolo e Molina; dall’altro, però, la squadra di Allegri rischia di perdere a breve due pedine fondamentali delle ultime stagioni.

Stiamo parlando di Juan Cuadrado e Matthijs de Ligt, che di recente hanno lasciato intendere che la loro permanenza a Torino potrebbe non essere così garantita. Entrambi si sono lamentati, e ora i bianconeri rischiano di dover fare presto a meno di loro: Cuadrado, per le sue caratteristiche tecniche e atletiche, è un elemento molto importante della manovra juventina, mentre De Ligt è indubbiamente il futuro di una linea difensiva piuttosto in là con gli anni e che ha appena perso Chiellini.

Le motivazioni che hanno portato a questa frattura tra i due giocatori e il club non sono le stesse, e sono pure indipendenti tra loro, ma denotano una situazione non proprio felicissima in seno al club, i cui piani per il futuro sono ancora abbastanza incerti.

I problemi tra Cuadrado e la Juventus

Partiamo dal colombiano, che a 34 anni è ancora un giocatore preziosissimo per la sua duttilità tattica, che gli consente di giocare in ogni ruolo della corsia di destra, ma che va in scadenza a giugno 2023.

Il suo contratto è stato infatti prolungato automaticamente di un anno per merito di una clausola sulle presenze stagionali, ma subito dopo la Juventus è andata a fargli una nuova proposta, estendo l’accordo a un biennale (quindi, fino al 2024), ma a 3 milioni l’anno invece degli attuali 5. La Juventus vuole logicamente abbassare il monte ingaggi, ma al laterale sudamericano questa mossa è piaciuta poco, come riportano sia il Corriere dello Sport che La Repubblica.

Di sicuro, Cuadrado ha ancora un anno di contratto coi bianconeri, che però vorrebbero risparmiare il più possibile sul suo stipendio. La situazione, al momento, sembra dire che se non arriverà un accordo questa estate, il colombiano potrebbe essere ceduto o liberarsi a zero tra un anno.

Le parole di De Ligt

Alla grana Cuadrado si è aggiunta anche quella di De Ligt, un pilastro della difesa della Juventus: l’ex-Ajax ha rivelato il proprio malcontento alla testata olandese NOS, mettendo in chiaro che potrebbe lasciare il club bianconero. “Al momento sono in corso delle discussioni e, quando arriverà il momento giusto, deciderò se rinnovare o se guardare altrove. Ho sempre preso le decisioni in base al progetto sportivo e due quarti posti consecutivi non bastano“.

Il rapporto tra De Ligt e il club bianconero ha spesso vissuto momenti difficili, e anche all’inizio di queste stagioni ci sono state critiche anche per la sua relazione con Allegri. Tuttavia, il contratto del difensore dura fino al 2024, e chi lo vuole prendere prima di quella data dovrà quasi certamente ridursi a pagare la clausola rescissoria da 125 milioni di euro.

La Juventus ha quindi ancora tempo per risolvere questa situazione, riuscendo a migliorare i risultati delle ultime stagioni e convincendo De Ligt ad accettare il prolungamento del contratto fino al 2026. La prossima stagione sarà probabilmente decisiva, su questo fronte.

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI