Juventus gli altri processi: cosa rischiano ancora i bianconeri

agnelli juventus
Image Photo Agency

La Juventus non è ancora al sicuro, anche dopo la pesante sentenza di venerdì sera sul caso plusvalenze. Sono infatti in corso altri processi.

15 punti di penalizzazione in classifica, e potrebbe non essere finita qui. La sentenza arrivata venerdì sera contro la Juventus è solo la prima di una serie che interesseranno il club bianconero da qui in avanti. Una sorta di antipasto, quello alla Corte federale, conclusosi con un duro colpo per il club piemontese (ma che potrebbe anche essere annullato in appello al Collegio di garanzia del CONI).

Infatti, la Juve si trova sotto processo anche su altri fronti, e dopo la decisione di ieri sera relativa al processo sportivo sulle plusvalenze, il club bianconero ne dovrà affrontare altri. Che potrebbero anche peggiorare la sua situazione, ovviamente, sia a livello sportivo che penale. Cerchiamo di capire cosa aspetta ora la Juventus.

Gli altri processi della Juventus

Il processo sportivo sul caso plusvalenze ancora non è chiuso, come abbiamo detto. Nei prossimi giorni la Corte federale depositerà le motivazioni della sentenza di venerdì, dopodiché la Juve potrà fare appello al Collegio di garanzia del CONI per avere una revisione del processo. Questo ente non può entrare nel merito del processo, ma giudica gli aspetti legali del procedimento, e può dunque solo confermare o annullare la sentenza che ha dato il -15 alla Juventus.

Sempre nei prossimi giorni, cioè entro la fine di gennaio, la Procura della FIGC deciderà se portare la Juve a processo anche per la manovra stipendi. Si tratta di un’altra inchiesta sui bilanci bianconeri, secondo cui il club avrebbe corrisposto parte degli stipendi ai suoi giocatori in maniera illecita, per non farli risultare a bilancio e nascondendo così altre spese. È l’indagine che riguarda le intercettazioni dell chat dei giocatori con le contestate frasi di Chiellini, così come la famosa “carta Ronaldo”.

Entro il 22 febbraio, la Procura federale dovrà poi presentare una richiesta di processo anche per il secondo filone dell’indagine sulle plusvalenze, cioè quelle che sono emerse grazie all’inchiesta Prisma. Questo per quanto riguarda i processi sportivi che vedono coinvolta la Juventus, ma non è finita qui. Infatti proprio l’inchiesta Prisma, condotta dalla giustizia ordinaria tramite la Procura di Torino, andrà a processo a partire dal 27 marzo con la prima udienza preliminare.