HomeSerie AInter, questione stipendi e Hakimi: cosa c'è da sapere

Inter, questione stipendi e Hakimi: cosa c’è da sapere

La situazione particolare che sta passando l’Inter ha portato l’ad Marotta a fare chiarezza sulla questione stipendi e il caso Hakimi, due questioni che stanno infiammando la critica

In un momento particolarmente delicato, l’Inter ci ha tenuto a ribadire la sua posizione sulla questione stipendi. Infatti, secondo le indiscrezioni, nelle scorse ore la società nerazzurra avrebbe ulteriormente garantito a tutto il gruppo squadra che, entro il 16 febbraio, saranno saldate le mensilità relative agli emolumenti di luglio e agosto.

Va precisato, come peraltro confermato dall’amministratore delegato Marotta in persona, che le tempistiche erano già state concordate in passato. Tuttavia, ulteriore chiarezza andava fatta viste le strumentalizzazioni di stampa e media televisivi degli ultimi giorni, che hanno di fatto incalzato l’Inter sul tema mercato e, soprattutto, per la questione della mancanza di liquidità.

inter
Fonte immagine: marifcinter (Twitter)

Inter, questione stipendi: cosa ha detto Marotta

C’è crisi, ma se ne uscirà presto: “Devo dire – ha dichiarato Marotta – che nelle ultime settimane si sono divulgate notizie, alcune vere, altre speculazioni che forse hanno l’obiettivo di destabilizzare l’ambiente”. Però, secondo l’ad, “non è possibile perché la proprietà è credibile e il management garantisce stabilità e compattezza. E perché l’Inter ha un patrimonio e una ricchezza rappresenta valori da portati avanti dai presidenti che si sono avvicendati, attraverso dirigenti, calciatori e tifosi e nessuno può mettere in discussione l’orgoglio del club”.

Nessun problema, quindi, così come non è il caso di fare drammi nemmeno dopo l’implicita ammissione dello stesso Marotta sul fatto che l’Inter non farà mercato. La squadra è ricca di qualità, ha fatto intendere il dirigente nerazzurro, e l’allenatore ne è consapevole. Nel momento in cui la rosa verrà sfruttata meglio, c’è la possibilità di fare un campionato da protagonisti, pur non inserendo forze fresche al giro di boa.

Il caso Hakimi

Sullo sfondo si sono però delle considerazioni da fare anche per quanto riguarda il caso Hakimi. Un influente quotidiano sportivo italiano, un paio di giorni fa, aveva pubblicato un virgolettato – poi smentito ufficialmente dal Real Madrid – che faceva sottintendere come, sulla questione legata al pagamento del cartellino del campione marocchino, i merengues volessero quasi sollecitare l’Inter.

Nulla di tutto ciò e anzi da Valdebebas fanno sapere che ci sono accordi già stipulati e nessuno ha mai messo in dubbio il fatto che la società nerazzurra, a prescindere dalla situazione riguardante il passaggio di proprietà delle quote di maggioranza, adempirà ai propri impegni. Insomma, la narrazione distorta della realtà non fa bene a un’Inter che, adesso, dovrà pensare solo a rispondere sul campo, consapevole che per stipendi e solidità finanziaria è solo questione di tempo.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard!

Avatar
Andrea Bracco
Cuneese, ha fondato il primo sito di calcio sudamericano in Italia e collaborato con diverse realtà editoriali di importanza nazionale, come Ultimo Uomo e Rivista Undici. Liga e Sudamerica le sue stelle polari, il calcio minore la sua debolezza.

Articoli recenti