Inter con Skriniar è finita: 8 nomi per sostituirlo

skriniar inter
Fonte: Image Photo

L’Inter è ormai rassegnata a perdere Skriniar, e deve urgentemente trovare un sostituto. Per fortuna, la lista di Marotta è molto lunga e variegata.

È piuttosto facile immaginare oggi un futuro lontano dall’Inter per Milan Skriniar, il cui contratto va in scadenza a giugno e quasi certamente non verrà rinnovato. Un’operazione molto discutibile, quella condotta attorno allo slovacco: da tempo si sapeva di questo rischio, ma la scorsa estate l’Inter ha riufiutato un’offerta da 60 milioni del PSG. Adesso, rischia di perdere il difensore a zero a fine stagione o, nel migliore dei casi, cederlo adesso per un terzo della cifra proposta sei mesi fa.

Ma la difesa nerazzurra rappresenta oggi un bel problema che Beppe Marotta dovrà in qualche modo risolvere. In scadenza c’è anche Stefan De Vrij, e pure il suo rinnovo appare complicato. Così, tra qualche mese i nerazzurri rischiano di ritrovarsi con solo Bastoni e  Acerbi (a breve 35enne, e da riscattare per 3,5 milioni dalla Lazio) come centrali, più il giovane Fontanarosa, al momento senza neppure un minuto tra i professionisti.

Urge trovare un rinforzo (ma forse pure due) sul mercato, possibilmente a prezzo contenuto, per non compromettere il già precario stato del bilancio societario. Al momento, sul taccuino di Marotta ci sono otto nomi, secondo le ultime indiscrezioni di mercato.

Inter: 8 nomi per sostituire Skriniar

GIORGIO SCALVINI

Il sogno. Il 19enne centrale dell’Atalanta sarebbe il profilo perfetto per la difesa nerazzurra: giovane ma già esperto, abituato a giocare a tre, di grande prospettiva. L’Atalanta sarebbe anche disposta a lasciarlo partire, ma di sicuro non farà sconti, e qua iniziano i problemi. La cifra stimata per il ragazzo oscilla tra i 40 e i 50 milioni di euro, e la stessa Gazzetta dello Sport oggi scrive che Scalvini “non è alla portata dell’Inter”.

PERR SCHUURS

Fallito la scorsa estate l’assalto a Bremer, perché non puntare il suo erede? 23 anni, molto convincente al centro della difesa del Torino, l’olandese è comunque un ragazzo che può ancora maturare ma già ambientatosi in Italia e che conosce la difesa a tre. I granata lo hanno pagato 9 milioni, e contano di farci una bella plusvalenza: la cifra richiesta è di 25 milioni, che usando Lazaro come contropartita e sfruttando il possibile incasso per Skriniar potrebbe essere ammortizzabile.

RODRIGO BECAO

Un’alternativa poco esaltante ma affidabile. Il 27enne brasiliano dell’Udinese ha dimostrato, in queste quattro stagioni in Serie A, di essere un difensore abile e solido, e in più anche lui conosce bene la difesa a tre. Il grande vantaggio di Becao è che, non essendo giovanissimo e neppure particolarmente chiacchierato, potrebbe essere preso a poco, anche perché va in scadenza nel 2024. Si parla di 10-12 milioni, se non si scatenerà un’asta col Napoli.

TIAGO DJALÒ

Il nome più recente tra le opzioni dell’Inter per il dopo Skriniar. Ex milanista, oggi al Lille, ha 22 anni e dovrebbe costare tra i 15 e i 20 milioni: un prezzo abbordabile, ma anche qui c’è di mezzo il Napoli, da più tempo sulle su tracce. Il vantaggio di questo difensore portoghese, che a dispetto dei colleghi precedentemente citati conosce meglio la difesa a quattro, è che si destreggia in più ruoli, da quello del laterale, sia a destra che a sinistra, fino al mediano davanti alla retroguardia.

CHRIS SMALLING

Al momento l’arrivo più probabile, anche se viene indicato piuttosto come erede di De Vrij. L’inglese è un difensore esperto e molto apprezzato in Serie A, ma non rinnovera con la Roma, per cui l’Inter potrebbe prenderlo a parametro zero. I nerazzurri, anzi, hanno già formulato un’offerta da 3,5 milioni l’anno fino al 2025, quando il difensore avrà 36 anni. Il che è anche il suo limite: non consentirà di costruire sul lungo periodo, ma solo nell’immediato.

CAGLAR SOYUNCU

L’alternativa economica e con una buona prospettiva è il centrale turco del Leicester City. 26 anni, grandi doti fisiche, era già stato indicato come possibile nome per la difesa nerazzurra nella scorsa estate. Valutato teoricamente 20 milioni, non sta praticamente mai giocando quest’anno e a luglio sarà senza contratto, per cui potrebbe rappresentare un bel colpo a zero. Attualmente percepisce 2,7 milioni l’anno in Inghilterra, ed è difficile scenda sotto questa cifra nelle trattative con l’Inter.

TREVOR CHALOBAH

23 anni, in forza al Chelsea: la scorsa estate lo seguivano in tanti in Italia, tra cui proprio l’Inter, perché pareva fuori dai piani di Tuchel. Con Potter, invece sta giocando più spesso, anche a causa dell’infortunio di Fofana, e adesso non sembra più così facile portarlo via da Londra. Il suo costo è intorno ai 20 milioni di euro, ma potrebbe essere inserito nella trattativa per Dumfries al Chelsea.

SHERIFF KASSAMA

Il nome meno discusso, ma potenzialmente uno dei più interessanti. Classe 2004, il centrale di nazionalità italiana della Primavera del Monza è da qualche giorno sul taccuino dell’Inter, che crede in lui in prospettiva futura. Il costo, data anche la giovane età, è molto contenuto, ma sicuramente non potrà essere titolare da subito. Col tempo, però, Kassama potrebbe rivelarsi una pedina molto preziosa per i nerazzurri.