Inter, Calhanoglu ko: la scelta di Inzaghi per sostituirlo

L’Inter dovrà fare a meno di Hakan Calhanoglu per la sfida contro l’Udinese: come Simone Inzaghi sostituirà il turco

Le due vittorie contro Inter e Viktoria Plzen hanno riportato il sereno in casa Inter dopo i ko contro Milan e Bayern Monaco. Ora la squadra di Inzaghi vuole arrivare alla sosta al meglio, per ricaricare le pile sia a livello fisico che psicologico e prepararsi al meglio a un nuovo intenso ciclo di partire che inizierà con la sfida alla Roma e prevedrà anche il doppio confronto molto delicato col Barcellona in Champions League. Sulla strada dei nerazzurri c’è però la grande sorpresa di questo campionato, l’Udinese di Sottil, capace di fare vittime illustri come Roma e Fiorentina e piazzatosi nelle parti nobili della classifica.

Una sfida complicata e piena di insidie, che Simone Inzaghi per giunta dovrà affrontare senza Hakan Calhanoglu. Con un comunicato ufficiale, l’Inter ha annunciato che il turco ha riportato una distrazione muscolare al flessore della coscia sinistra. Uno stop che dovrebbe tenere l’ex Milan lontano dai campi per circa 20 giorni. La settimana prossima il calciatore si sottoporrà a nuovi esami, con l’obiettivo di capire se potrà recuperare per la sfida con la Roma. Sicuramente, però, con l’Udinese non ci sarà.

Inter senza Calhanoglu: la scelta di Inzaghi per sostituirlo

Presa coscienza dunque dell’assenza del turco, Simone Inzaghi deve trovare un sostituto in vista dell’Udinese. Il candidato numero uno per prendere il posto dell’ex Milan è Henrikh Mkhitaryan, suo sostituto naturale per caratteristiche. L’ex Roma finora ha trovato meno spazio di quanto preventivato, ma ora può essere arrivato il suo momento. La sfida contro l’Udinese può essere dunque una grande possibilità per iniziare a ritagliarsi un ruolo importante nella sua nuova avventura nerazzurra.

Più difficile, invece, immaginare la presenza di Correa a supporto di Lautaro e Dzeko: una soluzione un po’ troppo spregiudicata, da adottare magari a gara in corso se la situazione lo dovesse richiedere. Le alternative a Mkhitaryan possono essere Asslani e Gagliardini, ma partono comunque indietro. Con l’infortunio di Calhanoglu è arrivato finalmente il momento dell’armeno, pronto dunque a prendersi l’Inter e a sfruttare questa opportunità. La speranza di Inzaghi è naturalmente quella di ricevere pronte risposte dal giocatore, voluto con forza in estate e considerato un rinforzo importante per aggiungere qualità alla squadra.