Infortunio Zurkowski: quando torna e tempi di recupero

Infortunio Zurkowski: come sta il centrocampista della Fiorentina, quando rientra e tempi di recupero. Tutto quello che c’è da sapere

Un inizio di Serie A 2022-2023 dalle due facce per la Fiorentina. La squadra di Vincenzo Italiano, una delle più belle rivelazioni della scorsa stagione, ha vinto alla prima giornata contro la Cremonese ma non senza fatica: i tre punti sono arrivati solo all’ultimo respiro grazie alla papera del portiere Radu su cross leggibile di Biraghi. Lo scorso week-end, invece, i viola non sono riusciti a superare l’Empoli nonostante la superiorità numerica. In mezzo, la vittoria per 2-1 contro il Twente ai preliminari di Conference League. Domani si giocherà il ritorno in Olanda, Italiano ha già diramato la lista dei convocati: l’allenatore ritrova il difensore Igor ma è out ancora invece Zurkowski, che ha già saltato la sfida di campionato contro la sua ex domenica scorsa. Come sta il centrocampista polacco, quando rientra e i tempi di recupero.

Infortunio Zurkowski: tempi di recupero

Zurkowski si è infortunato nel corso della prima giornata di campionato contro la Cremonese. Il centrocampista ha preso una botta alla caviglia e questo non gli ha permesso di essere in campo per la seconda partita contro l’Empoli né in Conference League. I tifosi speravano in un suo rientro per il ritorno del match contro il Twente ma non sarà così visto che non risulta fra i titolari. Stando alle ultime indiscrezioni, il giocatore sta spingendo per tornare a disposizione di Italiano per la terza giornata di Serie A, quando la Fiorentina affronterà in casa il super Napoli di Spalletti. Un big match al quale il polacco non vuole mancare.

Zurkowski lascia la Fiorentina? Le ultime di mercato

C’è però da dire che il suo futuro alla Fiorentina è tutt’altro che scontato: il mercato è alle battute finali e occhio all’interesse del Torino, oltre all’Empoli – che lo rivorrebbe con sé – e ad altre squadre di media-bassa classifica. Adesso la priorità è recuperare dall’infortunio, che per fortuna non è grave: se non dovesse farcela per il Napoli, è probabile che rientrerà per il match successivo.