HomeNotizieInfortunio Rebic | Quando rientra | tempi di recupero

Infortunio Rebic | Quando rientra | tempi di recupero

Infortunio Rebic: lo stop del croato tiene banco in casa Milan. A novanta minuti dalla fine di una stagione lunghissima, i rossoneri rischiano di dover fare a meno del centravanti croato contro l’Atalanta.

Il classe ’93 ha accusato un risentimento in allenamento come confermato in conferenza stampa da Stefano Pioli e per questo contro i bergamaschi potrebbe toccare a Leao.

In una trequarti che ha spesso dovuto fare a meno dei propri titolari, l’infortunio di Rebic nella gara decisiva per la Champions League sembra solo l’ultima delle tegole con cui Pioli ha dovuto convivere per tutta la stagione.

Leggi anche: Il futuro di Hakan Calhanoglu 

Infortunio Rebic: le parole di Pioli

“Ha un problemino muscolare al polpaccio, anche stamattina non è riuscito a fare una seduta completa. Vediamo domani, ad oggi più no che sì.”

Una frase che può dire molto a poche ore dal fischio di inizio della gara che può valere una stagione. Nelle ultime cinque partite Rebic era stato un giocatore determinante per il Milan: 4 gol e 1 assist nelle tre gare intere giocate contro Cagliari, Torino e Lazio, sommate alle due da subentrato contro Benevento e Juventus. 

Numeri importanti che ne avevano fatto il punto di riferimento offensivo di Pioli in queste ultime giornate di un campionato, nelle quali Ibrahimovic è stato presente col contagocce e Mario Mandzukic mai davvero coinvolto nel progetto a causa di numerosi infortuni.  

Leggi anche: Perché De Paul al Milan è un affare per tutti 

Tempi di recupero

Ma vista l’importanza della partita – e l’imminente europeo con la Croazia – Rebic molto probabilmente partirà dalla panchina contro l’Atalanta, in modo da utilizzare Rafael Leao dall’inizio a pieno regime. 

Il portoghese ha messo a referto 6 gol e 6 assist nelle 29 partite giocate in questo campionato, ma quasi tutte nella prima parte di stagione, risultando meno incisivo in queste ultime gare. 

Per questo l’ipotetica assenza per infortunio Rebic (11 gol e 7 assist in Serie A) pesa molto sull’economia tattica della squadra di Pioli, che alle spalle di Leao potrebbe schierare il tridente di trequartisti formato da Calhanolgu, Brahim Diaz e Saelemaekers. 

Leggi anche: Giampaolo e il Sassuolo insieme sono una buona idea

Il Milan a Bergamo

Detto dell’infortunio Rebic, resta per il Milan una partita fondamentale da giocare contro l’Atalanta: in palio il futuro europeo dei rossoneri.

In caso di vittoria sarà  sicuramente Champions League – e da secondi classificati – ma in caso di risultato non positivo (se la Juventus pareggerà a Bologna, a Bergamo ai rossoneri basterà anche un solo punto), il rischio è quello di veder sfumare gli sforzi di una stagione intera nel giro di novanta minuti. 

Tale prospettiva rimanda ogni discorso sul futuro dei giocatori presenti in rosa (Donnarumma e Calhanoglu) e sui potenziali futuri acquisti (Rodrigo De Paul) alla fine della gara contro l’Atalanta che l’infortunio Rebic rischia di complicare ulteriormente. 

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!

Simone Mannarino
Simone Mannarino
Classe '94 e laureato in Storia all'Università Statale di Milano, ama il calcio in ogni sua forma ed espressione. Alla costante ricerca di storie da raccontare che permettano di andare oltre ciò che vediamo tutte le domeniche.

Articoli recenti