Infortunio Origi quanto torna e tempi di recupero

Infortunio Origi le condizioni dell’attaccante belga che ha saltato la sfida del Milan sul campo della Sampdoria 

Doveva finalmente partire titolare a Genova, ma prima del match ha dovuto alzare bandiera bianca. Non è stato fortunato Divock Origi, che arrivato a Milano in estate deve ancora trovare il suo posto nella rosa di Pioli. Il belga, proveniente dal Liverpool, ha dovuto lavorare per recuperare la forma migliore e combattere con qualche noia fisica e, proprio quando tutto sembrava alle spalle e Origi era pronto all’esordio da titolare, è arrivato l’infortunio che lo ha tenuto fuori contro la Sampdoria.

Nessun infortunio specifico, ma dei rimasugli di un infortunio occorso quando ancora vestiva la maglia del Liverpool. Origi continua a soffrire di indurimenti e infiammazioni al tendine che ne minano l’integrità fisica e ora, per risolvere definitivamente questo problema, l’attaccante è volato in Belgio per sottoporsi alla fisioterapia. Una scelta operata anche da un altro belga milanese, che però gioca sull’altra sponda nei Navigli: Romelu Lukaku.

Infortunio Origi: quando torna il belga

La domanda ora in casa Milan riguarda i tempi di recupero dell’attaccante ex Liverpool. Origi salterà sicuramente la sfida di Champions League contro la Dinamo Zagabria, cruciale per il futuro del percorso europei dei rossoneri. Out anche per il big match di domenica sera contro il Napoli, dove Pioli dovrà fare i conti anche con l’assenza dell’altro infortunato Rebic e dello squalificato Leao, che ha rimediato il cartellino rosso proprio nell’ultima gara con la Sampdoria.

L’obiettivo quindi è quello di riavere a disposizione Divock Origi per il ritorno dalla sosta per le Nazionali, quando all’orizzonte ci sarà un altro troncone decisivo di partite tra cui il doppio confronto in Champions League contro il Chelsea, fondamentale per il passaggio del turno. La speranza di Stefano Pioli e quella di tutti i tifosi rossoneri è dunque quella di avere Origi a disposizione quando si tornerà a giocare, per poter finalmente attingere a una risorsa rimasta finora largamente inespressa, ma potenzialmente molto importante.

L’altra situazione da monitorare in casa Milan è quella di Ante Rebic, ai box dalla seconda giornata di campionato. Il croato era partito alla grande, segnando una doppietta con l’Udinese, poi si è fermato e ora è fermo per un problema alla schiena. Anche per lui l’obiettivo è il rientro dopo la sosta, con Pioli che spera dunque di avere a disposizione tutte le risorse offensive per affrontare le tante partite in calendario.