Infortunio Musso come sta il portiere e quando rientra

Infortunio Musso le condizioni del portiere argentino uscito prima dalla sfida tra Roma e Atalanta per un duro scontro con Demiral

Tanta paura per Juan Musso nei primi istanti di Roma-Atalanta. Dopo appena cinque minuti di gioco, il portiere argentino si è scontrato duramente con Merih Demiral e ha avuto la peggio, dovendo abbandonare il campo con lo zigomo molto gonfio. Al suo posto è entrato Sportiello, che poi ha tenuto la porta della dea inviolata, contribuendo all’importante successo dei suoi sul campo della Roma, tre punti che valgono la testa della classifica. Vittoria molto importante per l’Atalanta, che però deve fare i conti con l’infortunio di Musso: scopriamo quali sono le sue condizioni.

Infortunio Musso: come sta e quando rientra

Dopo il bruttissimo scontro con Demiral, Musso è stato immediatamente trasportato all’Ospedale Gemelli di Roma, dove gli è stato diagnosticato un trauma cranico con frattura dello zigomo. Nella giornata di lunedì il portiere è stato operato e l’intervento risulta perfettamente riuscito. All’orizzonte c’è però uno stop lungo, perché l’infortunio è delicato e ci vuole tempo per recuperare al massimo. Abbiamo visto negli ultimi tempi spesso infortuni del genere, solitamente i calciatori tornano a giocare prima con una mascherina protettiva. Per un portiere però il discorso potrebbe essere diverso, perché la mascherina potrebbe limitare la visuale e quindi è da applicare con più prudenza.

Sembra difficile dunque rivedere Musso prima della pausa per il mondiale. L’ipotesi più probabile è che il portiere argentino torni direttamente nel 2023, valutando anche l’applicazione di una speciale mascherina protettiva qualora il portiere se la sentisse di indossarla. Nel frattempo scalda i guanti Sportiello, forte della rete inviolata in casa della Roma e pronto a difendere i pali dell’Atalanta al rientro dalla sosta.