infortunio alex sandro

Infortunio Alex Sandro. Il terzino della Juventus durante la finale persa di ieri sera contro il Napoli ha subito una lesione di primo grado al legamento collaterale mediale.

Alex Sandro nel match di ieri sera ha subito un grave infortunio. Gli esami effettuati dalla società hanno diagnosticato una lesione di primo grado al legamento collaterale mediale. A comunicarlo è stata la Juventus tramite un annuncio ufficiale. Il brasiliano ha iniziato immediatamente la fisioterapia ma la paura di un lungo stop si fa sempre più concreta.

Nei prossimi giorni si capirà dettagliatamente quando il classe ’91 potrà tornare a calcare i campi. L’infortunio è avvenuto durante il secondo tempo della sfida a causa di un brutto contrasto. Nonostante ciò il calciatore è rimasto in campo sino al 90′.

Una tegola che non ci voleva per mister Maurizio Sarri e compagni, che ieri sera sono usciti sconfitti ai rigori nella finale di Coppa Italia contro il Napoli e inoltre hanno perso un titolare inamovibile. Oltre al danno ecco la beffa per la vecchia signora.

ALLEGRI JUVENTUS, DALLE CRITICHE ALLA NOSTALGIA

Bologna-Juve ad un passo, chi sostituisce Alex Sandro?

Il campionato sta per tornare. I bianconeri dopo la drammatica sconfitta all’Olimpico dovranno tirare su la testa a Bologna lunedì alle ore 21:45. Un campo ostico, non esattamente il migliore dove ripartire.

La squadra di mister Sinisa Mihajilovic, infatti, è pronta a dare battaglia e a sfruttare il momento negativo della Juventus che nelle ultime due partite ha portato a casa zero vittorie.

Oltre le difficoltà del caso, mister Maurizio Sarri dovrà decidere chi schierare a sinistra. Mattia De Sciglio sembra la soluzione più semplice per la sostituzione del brasiliano. Un terzino affidabile sia in fase difensiva che in quella offensiva.

L’alternativa è Danilo, che ha giocato spesso da terzino sinistro negli scorsi anni e anche alla Juventus. L’ultima opzione per Sarri, quella meno probabile, è Blaise Matuidi, che ha ricoperto quel ruolo in passato.

INFORTUNIO TONALI, STOP PER IL CENTROCAMPISTA