Guardiola, decisione choc con il colpo del mercato estivo

guardiola
Fonte: Image Photo

Guardiola, decisione choc con il colpo del mercato estivo, tornato sovrappeso dopo il Mondiale e messo fuori rosa al Manchester City. Cosa succede?

Rientrare da una sosta non è mai semplice, ma quando gioco in Premier League dovretsi stare più attento: Kalvin Phillips, oltre ai problemi fisici avuti negli ultimi mesi, adesso dovrà fare i conti con la bilancia. Intanto è fuori dal progetto tecnico dei Citizens, che mercoledì affronteranno il Leeds in trasferta.

Guardiola Phillips i problemi

Phillips era arrivato l’estate scorsa per la bella somma di 50 milioni di euro circa. Mediano del Leeds, punto fermo della nazionale inglese all’ultimo Europeo, sembrava destinato a ritagliarsi un bello spazio anche al Manchester City. Non come Haaland, certo, però anche le aspettative non erano tanto dissimili. C’era indubbiamente molta concorrenza lì in mezzo, tra Gundogan, Rodri e compagnia. In compenso Phillips aveva tutto per potersi imporre, almeno fino a quando non sono comparsi problemi fisici in particolare alla spalla, infortunatasi in ben due occasioni.

Pochissime presenze per lui in questa prima metà di stagione, di cui una sola in Premier League, appena prima della sosta per il Mondiale, dove Phillips è stato convocato finendo tuttavia dietro nelle gerarchie a Bellingham, Rice e Henderson e racimolando appena due presenze partendo dalla panchina. Col City invece la miseria di 91 minuti complessivi spalmati in 4 gettoni. Una partita intera, sì, ma a spezzoni. E in sei mesi.

Insomma, non si è vista più la sua peculiare pettinatura “a cipolla”, tanto iconica un anno e mezzo fa agli Europei, quando era stato uno dei migliori centrocampisti del torneo. Di ritorno dal Qatar, poi, la doccia gelata, con la scelta di non convocarlo per le prossime partite del Manchester City. Il motivo? Il ragazzo è rientrato alla base sovrappeso e quindi non è pronto per giocare nemmeno un minuto.

Guardiola Phillips la decisione

Ora è iniziata la pioggia di meme e di prese in giro nei confronti dell’ex centrocampista del Leeds. In compenso il suo allenatore è abbastanza furioso visto che il Manchester City si appresta a disputare una seconda parte di stagione dove dovrà competere su almeno tre fronti se non quattro.

“Non so come abbia fatto a tornare così sovrappeso – ha sbottato Guardiola – ma no, non è in condizione di giocare e non si allenerà con i suoi compagni fino a quando non troverà una forma fisica accettabile”.

Insomma, vita dura adesso per Kalvin, già ribattezzato dai perfidi tabloid scandalistici inglesi “Porky”. Giro-vita aumentato, condizione fisica disastrosa, crisi di fiducia e futuro quantomai incerto. Col suo contratto da 9 milioni di euro circa a stagione diventa anche difficile renderlo un giocatore da mettere sul mercato. Del resto con Pep non si scherza.