Dopo la Conference, la Roma ha già pronto il regalo per Mourinho

Con Guedes, la Roma punta a regalare a Mourinho un grande rinforzo di valore tecnico e tattico per rinforzare la rosa in vista della prossima stagione.

La Roma non si ferma, e dopo la vittoria della Conference League il club giallorosso deve già pensare a come rinforzarsi per la prossima stagione, in cui l’obiettivo sarà ovviamente la qualificazione in Champions League, chiudendo quindi almeno tra le prime quattro della Serie A.

Sono tanti i nomi sul taccuino di Tiago Pinto, ma uno più di tutti sembra allettare José Mourinho: si tratta di Gonçalo Guedes, centrocampista offensivo portoghese del Valencia, un immenso talento che però è ancora in cerca di consacrazione. Lasciare il club spagnolo, sempre gravato da problemi societari, sembra ormai una soluzione obbligata per lui, e la Roma un approdo sempre più interessante.

Gonçalo Guedes: come gioca e a cosa serve alla Roma

26 anni a novembre, Guedes è da tempo ritenuto tra i giocatori portoghesi tecnicamente più forti e dotati in circolazione, ma purtroppo la sua carriera ha fin qui vissuto troppi momenti a vuoto e scelte sbagliate. Dal trasferimento al PSG nel 2017 fino a quello, più recente, al Valencia, l’ex-giocatore del Benfica non è mai riuscito a rendere del tutto come avrebbe voluto.

Nasce come ala sinistra, ruolo in cui riesce a sfruttare al meglio la sua abilità nel dribbling sul destro, suo piede preferito, per poi andare al tiro. Ma nel corso degli anni, il lusitano ha dimostrato di saper giocare un po’ ovunque sul fronte della trequarti, sia a destra che come centrale. L’ultima stagione ha segnato poi una sua definitiva maturazione anche a livello realizzativo, con un record di 13 gol e 6 assist in 42 partite.

Una duttilità che tornerebbe molto utile a Mourinho, considerate le troppe incognite in quel settore del campo che presenta la rosa giallorossa: dai possibili addii di Mkhitaryan e Zaniolo alle prestazioni mai pienamente convincenti di El Shaarawy e Carles Perez. Gonçalo Guedes potrebbe coprire tutti i loro ruoli, e dare finalmente stabilità e concretezza alla linea dei suggeritori.

A che punto è la trattativa

Di sicuro, il portoghese è in uscita dal Valencia, anche se sulle sue tracce ci sono anche alcuni club di Premier League. Dalla sua, la Roma ha il vantaggio di un ambiente già abbastanza lusofono, e degli ottimi rapporti tra la società e il suo procuratore Jorge Mendes. Inoltre, il contratto con gli spagnoli dura fino al 2023, e il rischio di perderlo a zero tra un anno potrebbe spingere il club ad abbassare le sue richieste.

Guedes è stato pagato 40 milioni di euro nel 2018, e il Valencia vorrebbe una cifra simile, che per la Roma rappresenta però un grosso sacrificio (simile a quello fatto la scorsa estate per Abraham). Attualmente, la strategia comprende il ricorso a una contropartita tecnica, che potrebbe essere Darboe, in modo da far scendere la parte cash a 30 milioni.

Una volta raggiunto l’accordo col Valencia, però, ci sarà ovviamente da discutere l’ingaggio del giocatore. La sensazione è che, visti i rapporti con Mendes, questo aspetto possa rivelarsi meno complicato del prevista, ma resta il fatto che Gonçalo Guedes al momento percepisce 5,2 milioni l’anno dal Valencia, poco più di quanto la Roma dà ad Abraham, che è il giocatore più pagato della rosa.

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI