eriksen
Fonte immagine: @napolista (Twitter)

La storia tra Eriksen e l’Inter si arricchisce di un nuovo capitolo: l’agente del danese ha fatto causa al club nerazzurro

La sconfitta di Marassi ha riportato nervosismo in casa Inter. Se la squadra, dopo il brutto 2-1 in casa della Sampdoria, si prepara per il big match con la Roma, la società – mentre respinge le ennesime voci riguardanti una possibile cessione delle quote di minoranza alla BC Partners – deve trovarsi a fronteggiare l’ennesimo capitolo del caso Eriksen.

Martinus Schoots, agente di Cristian Eriksen, ha annunciato che presenterà un’istanza di arbitrato al Collegio di Garanzia dello Sport del Coni contro la società nerazzurra. Al centro del contenzioso ci sarebbero alcune commissioni che il procuratore del centrocampista danese non si sarebbe ancora visto corrispondere. Incassato l’esposto, dall’Inter hanno fatto sapere che, nonostante i ritardi, il club adempirà a tutti gli obblighi contrattuali verso la controparte.

eriksen
Fonte immagine: @Daily_Hotspur (Twitter)

Caso commissioni Eriksen: le cifre in ballo

Secondo quanto stimato da Calcio e Finanza, Schoots dovrebbe ancora incassare circa 6 milioni di euro, soldi che mancano da un saldo prestabilito nel momento in cui Eriksen si è trasferito all’Inter. Si tratta di comuni commissioni, usuali soprattutto quanto viene veicolata una trattativa a parametro zero. In sintesi: tu porti il calciatore da me, io ti pago una sorta di premio per invogliarti ad accettare la mia proposta.

Nella fattispecie, le commissioni totali per il trasferimento di Eriksen all’Inter ammonterebbero a più di 7,5 milioni di euro – per la precisione 7.566.797 euro -, pari a circa il 25% dell’intero affare. A bilancio, infatti, l’acquisto del danese è stato iscritto per un valore complessivo un poco inferiore ai 27 milioni di euro. Alla faccia del parametro zero.

Leggi anche:  Xhaka all'Inter è un affare su misura per Conte
eriksen
Fonte immagine: @TalkingTHFC (Twitter)

Cosa prevede il regolamento del Coni

Il Coni, in una nota ufficiale, ha reso nota l’istanza di arbitrato inoltrata da Schoots contro l’Inter, avanzata in “virtù del contratto di mandato, sottoscritto il 27 gennaio 2020, in forza del quale la società intimata ha conferito incarico al suddetto istante al fine di consentire la realizzazione del trasferimento del calciatore Christian Eriksen, allora tesserato presso il Tottenham Hotspur F.C., alla società milanese”.

L’agente pretende le commissioni mancanti, avvalendosi quindi della facoltà di ricorrere al Coni, come peraltro previsto dall’articolo 22 comma 2 del Regolamento degli Agenti Sportivi. Tale regola specifica che le decisioni finali verranno prese dal Collegio di Garanzia dello Sport, come da prassi. Non è ancora dato sapere come finirà ma, di certo, è palese che questo sia l’ultimo atto di una storia d’amore mai veramente decollata.

Eriksen è sul mercato, come confermato a più riprese da Beppe Marotta. Al momento per lui non sono arrivate offerte, visto il momento che sta passando il calciatore e le poche disponibilità economiche in generale. L’Inter non può svenderlo, ma Conte non lo vede: un bel problema per chi, solo due anni fa, andava vicino ad alzare una Champions League da protagonista.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard!