Il Napoli alla prova Eintracht Francoforte: chi sono gli avversari degli azzurri in Champions League

L’Eintracht Francoforte è l’avversario del Napoli in Champions League: come giocano i tedeschi e i pericoli maggiori per i partenopei

Dopo un girone pazzesco, concluso al primo posto davanti al Liverpool di Klopp, il Napoli ha pescato nei sorteggi degli ottavi di Champions l’Eintracht Francoforte, arrivato secondo dietro al Tottenham nel proprio gruppo. La squadra di Spalletti ha evitato il pericolo numero uno, il Psg, e ha pescato una squadra insidiosa, ma come tutte giunti a questo punto del torneo. L’Eintracht in Bundesliga occupa la quinta posizione, a due lunghezze di distanza dal Borussia quarto e a cinque dal Bayern primo. È una squadra che negli ultimi anni è cresciuta tantissimo, acquisendo anche una dimensione europea importante col trionfo in Europa League lo scorso anno e col passaggio agli ottavi di Champions adesso. Un impegno da non prendere sotto casa per il Napoli, che nel doppio confronto è favorito, ma dovrà prestare attenzione.

Nelle sei gare di Champions, il Francoforte ha ottenuto tre vittorie, due fuori casa con Lisbona e Marsiglia e una interna sempre coi francesi. Nel doppio confronto con il Tottenham ha ottenuto un punto, perdendo a Londra e pareggiando in casa e all’ultima giornata è caduta 0-3 contro lo Sporting Lisbona. A parte la debacle con i portoghesi, l’Eintracht ha giocato un ottimo girone, dimostrando di avere un ottimo livello sia in casa che fuori. In campionato anche ha ottenuto ottimi risultati in match delicati contro Lipsia, Union Berlino e Leverkusen, anche se è caduta contro Bayern e Borussia. Nei match prestigiosi la squadra di Oliver Glasner fa un po’ fatica e questo può essere un punto da sfruttare per Spalletti.

Come gioca l’Eintracht Francoforte

Glasner schiera la sua squadra con la difesa a 3 e un terzetto davanti, con due trequartisti dietro alla punta. In porta Trapp è una sicurezza, dietro la stella è Ndicka, seguito anche da molti club italiani come la Roma. Sulla fascia sinistra troviamo una vecchia conoscenza del calcio italiano come Luca Pellegrini, ma il cuore del talento in casa Eintracht è sulla trequarti, con due calciatori molto diversi. Uno è il veterano Mario Gotze, uomo di maggior esperienza per i tedeschi e che a Francoforte sta tornando a livelli molto importanti. L’altro è la stellina Jesper Lindstrom, vera e propria rivelazione stagionale per la squadra di Glasner, destinato a essere uno dei protagonisti della prossima finestra di mercato.

Napoli ed Eintracht si sono già incrociate nel 1994, agli ottavi di Coppa Uefa, con i teutonici che hanno superato lo scontro con un doppio 1-0. Il Napoli ha sicuramente le carte in regola per fare meglio stavolta, parte favorita in un confronto però da non sottovalutare, perché i tedeschi sono una squadra solida e organizzata e vanta, di recente, un’ottima tradizione contro i club italiani visto che di recente ha superato, in Europa League, Inter e Lazio.