Dybala a parametro zero: a chi può servire davvero

A chi farebbe più comodo Dybala a parametro zero? Passiamo al vaglio le varie opportunità per il futuro dell’argentino.

Uno degli uomini chiave del mercato che verrà è senza dubbio Paulo Dybala, che a fine stagione lascerà a zero la Juventus. Chiaramente, sono già partite le speculazioni sul suo futuro, con l’Inter che sembra ora avanti nella corsa per aggiudicarsi l’argentino, ma in piedi ci sono anche altre piste. Tra indiscrezioni e smentite di rito, il futuro di Dybala è ancora da decifrare: proviamo dunque a vedere quali possono essere le ipotesi più percorribili.

Dybala all’Inter perché si perché no

Partiamo da quella che oggi è l’ipotesi principale, ovvero il trasferimento in nerazzurro. L’Inter sembra la squadra più avanti nella corsa a Dybala e anche la soluzione migliore per l’argentino, che tatticamente coprirebbe il ruolo di seconda punta nel 3-5-2 insieme al connazionale Lautaro Martinez o a Dzeko. I due si sono mostrati largamente incompatibili quest’anno e uno come Dybala, meno prima punta, può adattarsi al meglio alle loro caratteristiche.

Resta da capire quanto Dybala, dopo tanti anni alla Juventus, abbia voglia di vestire la maglia degli eterni rivali. Questo, ad oggi, sembra il grande contro, magari la volontà dell’argentino di non deludere i suoi vecchi tifosi o di cambiare totalmente aria e giocare all’estero.

Dybala alla Roma perché si perché no

Si è parlato molto anche di un possibile interessamento della Roma su Dybala. Anche qui, tatticamente l’argentino sarebbe perfetto per offrire supporto ad Abraham, prendendo quello che è il posto di Zaniolo. Inutile sottolineare come l’innesto di Dybala sarebbe un grandissimo acquisto per la Roma, ma ci sono due contro abbastanza importanti.

Uno è rappresentato dal fattore economico: l’ingaggio di Dybala potrebbe essere un esborso troppo importante per la Roma. L’altro è legato alla volontà del giocatore, che difficilmente rinuncerà a giocare la Champions League. Il fattore Mourinho è forse l’arma migliore che può sfoderare la Roma, ma l’ipotesi giallorossa sembra più remota.

Dybala al Napoli perché si perché no

Per Paulo Dybala c’è anche la suggestione Napoli, una piazza sempre particolarmente affascinante per un giocatore argentino. La Joya sarebbe il perfetto trequartista per Spalletti, ma come per l’ipotesi Roma c’è il lato economico che, al momento, rende più complessa l’ipotesi di vedere Dybala allo stadio che è stato di Maradona e che a lui è intitolato.

Dybala in Premier perché si perché no

Un trasferimento in Premier League abbatterebbe il problema dell’ingaggio, perché le squadre inglesi possono sicuramente garantire un adeguato stipendio al giocatore. Bisogna capire però quali sono le squadre d’oltremanica che potrebbero interessarsi all’argentino. Lo United probabilmente, forse Tottenham e Arsenal. Più difficilmente Manchester City, Liverpool e Chelsea.

L’impressione è che dall’Inghilterra manchi l’interesse, considerando anche che un giocatore fisicamente fragile come Dybala potrebbe soffrire l’intensità enorme della Premier League.

Dybala al Barcellona perché si perché no

Chiudiamo con l’ipotesi blaugrana, particolarmente affascinante considerando che Dybala potrebbe raccogliere l’eredità di Leo Messi. Il Barcellona si sta mostrando molto attento al mercato dei parametro zero e sicuramente un pensierino all’argentino lo avrà fatto. La qualità di Dybala ben si sposa alla filosofia di gioco catalana, ma forse qui il problema è più tattico.

Nel 4-3-3 Dybala fatica a trovare collocazione, potrebbe fare la prima punta, ma in carriera ha spesso dimostrato di faticare in quel ruolo. Eventualmente starebbe a Xavi trovare la giusta dimensione all’argentino nella sua squadra.

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI