Perché Dybala accetterà uno stipendio più basso all’Inter e non alla Juventus?

Dybala è sempre più vicino all’Inter, ma qualcosa nelle cifre dell’ingaggio che si leggono non sembra tornare: in nerazzurro guadagnerà meno che alla Juve?

È comprensibile che i tifosi della Juventus non siano affatto felici per quello che sta succedendo con Paulo Dybala: se da un lato assistono alla loro squadra che perde un elemento prezioso e non sembra in grado di rimpiazzarlo sul mercato, dall’altro fa male vederlo andare a zero in un club rivale.

Ma qualcosa, nelle trattative attorno alla Joya, non sembra tornare a livello di cifre, e leggendo alcune fonti relative al suo trasferimento in nerazzurro sembra che l’argentino sia disposto ad accettare un ingaggio più basso rispetto a quello richiesto alla Juventus, portando all’interruzione delle trattative. Come stanno realmente le cose?

Quanto chiede Dybala di stipendio

A maggio, Nedved ha spiegato che il motivo della rottura sul rinnovo di Dybala sono state le richieste “altissime” del giocatore. A inizio 2021, quando sono iniziate le trattative per il prolungamento del suo contratto con la Juventus, Dybala avrebbe chiesto un miglioramento da 7 a 10 milioni di euro l’anno per cinque anni, cifre su cui si è discusso molto ma che alla fine sono state ritenute troppo alte.

Quanto successo dopo è abbastanza nebuloso. Secondo Calciomercato.com, La Juventus sarebbe arrivata a offrire 9,2 milioni netti più bonus variabili da oltre 2 milioni, ma l’argentino non si è smosso da una parte fissa da 10 milioni netti, il che ha portato alla decisione dei bianconeri di compiere un’offerta al ribasso, pari a 7 milioni (cioè, la conservazione del contratto attuale).

Se questo fosse vero, sarebbe lecito immaginare una rottura nata non tanto sulle cifre, ma a livello personale: il rifiuto di Dybala dell’offerta juventina, molto vicina alle sue richieste, e la controfferta al ribasso del club denotano un clima di scontro abbastanza evidente, e a cui probabilmente si devono i successivi sviluppi.

Infatti, arrivata la decisione di non proseguire assieme nei prossimi anni, ora Dybala starebbe trattando con l’Inter (e quindi con Marotta, l’uomo che lo portò a Torino nel 2015) su numeri ben più bassi. Ancora Calciomercato.com riporta che la Joya avrebbe chiesto uno stipendio da 7 milioni netti l’anno, ben più basso di quello richiesto alla Juve, e la Gazzetta dello Sport aggiunge che l’accordo di massima tra le parti sarebbe stato trovato a 6 milioni più bonus per cinque anni. Quindi, se queste cifre sono confermate, Dybala andrà a guadagnare meno all’Inter rispetto a quanto avrebbe potuto fare alla Juventus.

Il motivo di tutto ciò non è ufficialmente noto, ma potrebbe ritrovarsi nella rottura personale di cui sopra e nella lunga trattativa che l’ha preceduta: i rapporti tra i bianconeri e l’attaccante si sarebbero esacerbati al punto che Dybala avrebbe richiesto uno stipendio fuori scala per il club, spingendolo a interrompere le trattative per il rinnovo. Le polemiche degli ultimi anni sul rendimento dell’argentino, e forse anche la decisione di “declassarlo” acquistando Ronaldo, potrebbero aver pesato su questa decisione.

Per quanto riguarda la scelta dell’Inter, se ne parla almeno dalla scorsa primavera, se non prima, segno che per la Joya c’è sempre stata una sola chiara alternativa alla Juventus, ed era il club gestito da Marotta, da sempre suo grande estimatore. Ecco perché l’argentino è convinto di trovare in nerazzurro un ambiente ideale per rilanciarsi, al punto da accettare un’offerta più bassa rispetto allo stipendio attuale in bianconero.