HomeSerie AChi è Davide Costanzo, novità giovane della difesa del Napoli

Chi è Davide Costanzo, novità giovane della difesa del Napoli

Tra i convocati del Napoli per il match di Coppa Italia contro l’Atalanta figura anche Davide Costanzo, promettente centrale difensivo cresciuto nel vivaio azzurro: conosciamo meglio questo talento

Avere una chance nella propria squadra del cuore: il sogno di ogni bambino che corre dietro ad un pallone. Un’aspirazione diventata realtà per Davide Costanzo, difensore classe 2002 in forza al Napoli. Il promettente centrale difensivo, leader della Primavera partenopea e da sempre tifoso azzurro, è stato convocato per la sfida contro l’Atalanta valida peer la semifinale di ritorno di Coppa Italia. Un punto d’arrivo per un ragazzo di cui gli addetti ai lavori parlano bene già da tempo.

Costanzo
Fonte: @davidecostanzo_3 (Instagram)

Talento di spicco del Settore Giovanile del Napoli

Costanzo nasce il 4 luglio 2002 a Frattamaggiore, quartiere che ha dato i natali anche ad un altro importante talento napoletano ovvero Lorenzo Insigne. Le sue prime esperienze calcistiche sono nel Calcio Caviano e nella F.lli Lodi, dove si mette in mostra a tal puto da attirare l’interesse del Napoli. La dirigenza partenopea lo tessera in vista della stagione 2014/15, aggregandolo alla formazione Under 15. Un sogno che si realizza, per un ragazzo cresciuto con l’azzurro tatuato sul cuore e con il mito del concittadino Fabio Cannavaro.

Il promettente difensore comincia la trafila nel vivaio azzurro, mettendosi particolarmente in mostra con l’Under 17. Nella stagione 2018/19 è uno dei trascinatori della compagine napoletana, che si qualifica per la seconda fase del campionato e viene sconfitta in semifinale contro la Roma. L’anno successivo avviene il passaggio in Primavera, categoria nella quale Costanzo si trova a suo agio ben figurando sia in campionato che in Youth League.

LEGGI ANCHE: Chi è Giuseppe D’Agostino, talento del Napoli convocato da Gattuso

La chiamata dei grandi per la Coppa Italia

In vista della stagione 2020/21 Costanzo viene confermato in Primavera, ma già a partire dal mese di ottobre si allena con sempre maggiore frequenza con il Napoli dei grandi. Tifosi e addetti ai lavori parlano benissimo di questo ragazzo, che abbina a doti calcistiche non comuni grande serietà negli allenamenti e voglia di imparare dai giocatori più esperti.

L’occasione giusta arriva in Coppa Italia, in vista della semifinale di ritorno contro l’Atalanta. Il tecnico Gattuso deve fare a meno di Manolas e Koulibaly e decide di inserire Costanzo nella lista dei convocati. Si tratta della sua prima chiamata da parte del Napoli dei grandi, celebrata sui social dal compagno di squadra Insigne con l’augurio che sia solo la prima di una lunga serie di convocazioni. Il potere di far diventare questo auspicio realtà lo hanno in due: il mister con le sue scelte e il ragazzo con il suo impegno in allenamento e nel momento in cui verrà chiamato in causa.

Davide Costanzo: ruolo e caratteristiche

Costanzo è un difensore centrale, alto un metro e 80 e dotato di un’ottima struttura fisica. Mancino naturale, sa disimpegnarsi al meglio nel gioco aereo e soprattutto è molto bravo in fase d’impostazione. Questa sua capacità di far ripartire l’azione da dietro con qualità e precisione può fare la differenza per la sua carriera, perché è molto richiesta nel calcio moderno.

Grazie alle sue doti tecniche e umane, dato che mostra sempre grande serietà e umiltà nel momento in cui viene aggregato alla prima squadra, hanno attirato l’interesse di Gattuso. Il tecnico lo sta gestendo nel modo giusto, facendogli assaggiare gradualmente il calcio dei grandi. Può essere una soluzione interessante per la difesa del Napoli, soprattutto ora viste le assenze importanti in quella zona del campo.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard!

0e571a370b7405f035ea1e969206dd1e?s=90&d=mm&r=g
Paolo Lora Lamia
Classe ’92, ho la vocazione del giornalismo sportivo fin dall’adolescenza. Adoro il calcio, la sua storia e una narrazione sportiva tesa ad emozionare più che a creare polemiche. Giornalista pubblicista dal 2019, cofondatore di Mondoprimavera.com, collaboratore presso Gruppo GEDI e La Giovane Italia e opinionista sportivo per Toscana TV. Ho un debole per il calcio inglese (e per il Liverpool in particolare).

Articoli recenti