Sanzioni e crisi, come potrebbe essere il Chelsea dell’anno prossimo

Il Chelsea potrebbe essere costretto a cedere molti importanti giocatori senza poterli rimpiazzare: proviamo a immaginarsi come giocheranno i Blues tra un anno.

La situazione del Chelsea non è delle migliori, come vi sarete accorti. Le sanzioni contro il proprietario Roman Abramovich hanno portato al congelamento dei conti, e adesso alcuni sostengono che il club sarebbe addirittura a rischio di default.

Problemi economici ma anche sportivi, perché la società perderà probabilmente tutti i giocatori a scadenza di contratto e potrebbe doverne cedere altri (tipo Lukaku) per poter sopravvivere, e difficilmente sarà in grado di fare grandi acquisti per rimpiazzarli. Unica soluzione: tappare i buchi con giocatori delle giovanili o di rientro dai prestiti.

Proviamo allora a immaginarci come potrebbero giocare i Blues del 2022/2023, nel worst case scenario.

I sicuri partenti

Al momento il club sta ancora cercando di convincere il governo britannico a consentire le cessioni di giocatori in caso di necessità, ma anche se questo non dovessere essere permesso abbiamo già i nomi di cinque sicuri partenti dell’attuale rosa del Chelsea.

Gli addi più pesanti saranno in difesa, con tre colonne che già prima delle sanzioni erano considerate molto vicine a lasciare la squadra: stiamo parlando dei tre in scadenza di contratto a giugno 2022, ovvero Antonio Rudiger, Andreas Christensen e il capitano Cesar Azpilicueta.

Molto meno importante in squadra, ma anche lui in scadenza, è Charly Musonda, trequartista belga di 25 anni cresciuto nelle giovanili del Chelsea, ma mai sceso in campo in questa stagione. Sicuramente, poi, lascerà la squadra anche Saul Ñiguez, attualmente in prestito dall’Atletico Madrid, ma mai entrato nei piani di Thomas Tuchel.

I “rinforzi” del Chelsea

Non potendo fare nuovi acquisti, il Thomas Tuchel del nostro ipotetico futuro dovrà imparare a fare le nozze coi fichi secchi, andando a pescare ad esempio nella lunga lista dei 24 giocatori del Chelsea attualmente via in prestito.

Tra i nomi più interessanti, visto anche che le maggiori voragini si apriranno in difesa, c’è senza dubbio Ethan Ampadu, il 21enne gallese che sta facendo bene al Venezia, e sempre in ambito “italiano” potrebbero fare comodo Tiemoué Bakayoko ed Emerson Palmieri, rispettivamente parcheggiati a Milan e Lione.

Un probabile innesto da tenere d’occhio potrebbe infine essere il promettente regista scozzese Billy Gilmour, che si è ritagliato un posto da titolare nel Norwich. Sempre tra i giovani, guardando a quelli già disponibili in casa, Tuchel potrebbe provare a lanciare il trequartista 20enne Thierna Ballo, uno dei migliori prospetti della squadra U23.

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI