bruno viana
Fonte immagine: @brunoviana36 (Instagram)

La Lazio è al lavoro per perfezionare l’arrivo last minute di un difensore: tra Todibo e Piatkowski, salgono le quotazioni di Bruno Viana

L’infortunio di Luiz Felipe complica i piani della Lazio che, in quest’ultima settimana di calciomercato invernale, cercherà di intervenire in difesa in modo tale da consegnare a Simone Inzaghi un centrale in più. L’obiettivo numero uno è Jean-Clair Todibo, ma il francese al momento è bloccato dal Benfica, così come bloccato – o forse sarebbe meglio dire prenotato – dal Milan il giovane talento polacco Kamil Piatkowski.

Così serve un piano alternativo che, secondo indiscrezioni, porterebbe dritti in Portogallo. Lì, e più precisamente a Braga, gioca Bruno Viana, esperto difensore dello Sporting che, di recente, è stato uno dei protagonisti della grande ascesa della squadra allenata da Carlos Calvalhal. Classe 1995, è il perno della difesa degli Arsenalistas, che per privarsene chiedono circa 10 milioni di euro.

bruno viana
Fonte immagine: @brunoviana36 (Instagram)

Chi è Bruno Viana, il centrale che piace alla Lazio

Un passato nelle nazionali giovanili brasiliane, un presente meno “ambizioso” ma pur sempre di un certo livello. Bruno Viana è nato a Macaé ed è calcisticamente cresciuto nel Cruzeiro, uno dei vivai più importanti del Brasile. Con la Raposa ha esordito nel professionismo, affermandosi nel massimo campionato locale come uno dei prospetti difensivi più interessanti della stagione 2015/16.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Bruno Viana (@brunoviana36)

Un’annata che Bruno Viana ha avuto appena il tempo di finire, perché nell’agosto successivo l’Olympiakos – con un blitz – ha anticipato la concorrenza di Benfica e Sporting Lisbona assicurandosi il cartellino del ragazzo per poco più di 2 milioni di euro. Un vero affare, perché in Grecia Bruno Viana si impone all’attenzione generale non solo nella Super League, ma soprattutto in Europa League.

Leggi anche:  La Lazio e i sacerdoti: gemellaggio per il nuovo anno biancoceleste

Al Braga basta una sola stagione per accorgersi di lui: nell’estate 2017, la dirigenza portoghese perfeziona in suo ingaggio in prestito e poi lo riscatta a 3 milioni di euro, dopo la prima ottima annata in terra lusitana. Bruno Viana ci ha messo poco a prendersi la titolarità, strappando la fiducia di tutti gli allenatori che hanno avuto la fortuna di dirigerlo, in primis Ruben Amorim e lo stesso Carvalhal.

bruno viana
Fonte immagine: @brunoviana36 (Instagram)

Caratteristiche tecniche e ruolo

Parlando di Bruno Viana, molti giornalisti portoghesi concordano sul fatto che il suo modo di stare in campo infonda sicurezza anche e soprattutto ai più giovani. In tal senso, lo Sporting Braga ha due ragazzi molto interessanti – David Carmo e Tormena – che ne stanno beneficiando. Qualora arrivasse a Roma, quindi, sarebbe subito pronto per mettersi a disposizione di Inzaghi.

Tra le sue caratteristiche principale figura una duttilità tattica importante: infatti, nel suo triennio con gli Arsenalistas, Bruno Viana ha giocato da centrale di una difesa a quattro ma anche da referente quando il Braga è passato a tre. In entrambi i casi, dimostrando solidità e affidabilità. Destro naturale, discreto tecnicamente, il centrale brasiliano ha dalla sua un grande fisico, possente, che sfiora i 190 centimetri di altezza.

Ordinato in copertura, abile nei lanci lunghi e di testa, è un difensore ideale per chi gioca sulle transizioni improvvise e cerca la risalita del campo con i palloni sulle punte. Può essere una buona alternativa da rotazioni, anagraficamente spendibile e con qualche margine di miglioramento. Per contro, dovrebbe smussare qualche spigolo caratteriale che lo porta a prendere un po’ troppi cartellini. Ma il materiale è di prima scelta.

Leggi anche:  Caos Lazio-tamponi: deferito Lotito, cosa è successo e cosa rischia la Lazio

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard!