HomeCuriositàBruno Pizzul telecronista per Italia-Inghilterra, la folle idea da Twitter

Bruno Pizzul telecronista per Italia-Inghilterra, la folle idea da Twitter

Bruno Pizzul è stato uno degli storici telecronisti dell’Italia del calcio, anche se probabilmente i più giovani non se lo ricordano. Che fine ha fatto oggi?

LEGGI ANCHE: Italia Inghilterra, Rimedio positivo al Covid: cambia il telecronista Rai

La notizia della positività al Covid di Alberto Rimedio, telecronista Rai al seguito dell’Italia dal 2014, ha costretto l’emittente pubblica a cambiare la voce della Nazionale per la finale di EURO 2020, e sui social è subito partita una campagna per chiedere di sostituirlo con Bruno Pizzul.

Si tratta di una delle storiche voce degli Azzurri sulla Rai, in un’epoca in cui le pay-tv e i canali di streaming ancora non avevano lo strapotere di oggi e l’unico modo per seguire la Nazionale era guardare la Rai. Ma che fine ha fatto oggi?

Chi è Bruno Pizzul

LEGGI ANCHE: Com’era Luciano Spalletti da calciatore?

Nativo di Udine, Bruno Pizzul da giovane era un centrocampista di discreto livello, arrivando nel 1958 a giocare da professionista al Catania. Tuttavia la carriera in campo si interruppe resto a causa di un infortunio, e così si concentrò sugli studi, ottenendo la laurea in giurisprudenza e iniziando a insegnare alle scuole superiori.

Nel 1969 vinse un concorso e venne assunto in Rai come telecronista, diventando rapidamente una delle voci di punta della televisione italiana. Già nel 1972, infatti, Pizzul fece la telecronaca della finale degli Europei tra Germania Ovest e Unione Sovietica; nel 1985, raccontò la finale di Champions League tra Juventus e Liverpool, segnata dalla strage dell’Heysel. Un anno dopo, quando Nando Martellini ebbe un malore a causa dell’altitudine e non poté seguire i Mondiali in Messico, Pizzul venne promosso a telecronista dell’Italia.

LEGGI ANCHE: DAZN, lista telecronisti e commentatori: tanti nomi nuovi

Mantenne questo ruolo fino a dopo i Mondiali del 2002, raccontando quindi alcune delle migliori prestazioni della storia della Nazionale, come il terzo posto a Italia ’90, la finale raggiunta ai Mondiali del 1994 e quella degli Europei del 2000.

Cosa fa oggi Bruno Pizzul

Dopo il ritiro dalle telecronache, è apparso spesso in televisione come ospite od opinionista, o commentando ancora occasionalmente qualche match. Lo scorso 8 marzo, Pizzul ha compiuto 83 anni, ed è oggi felicemente in pensione. Ad aprile 2021, l’ormai ex-telecronista Rai è tornato a far parlare di sé per aver ricevuto il premio Connessioni dall’associazione All4U.

LEGGI ANCHE: Adani lascia Sky, dove va: DAZN, Amazon o Mediaset

Sono convinto che le connessioni siano davvero la cifra di questo tempo. Il che non significa essere sempre connessi e quindi saltare da una parte all’altra. Significa però tenere vive relazioni tra cose anche apparentemente diverse” ha detto, ritirando l’onoreficenza.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!

Valerio Moggia
Valerio Moggia
Nato a Novara nel 1989, è il curatore del blog Pallonate in Faccia, ha scritto per Vice Italia e Rivista Undici, e collabora con la rivista digitale Linea Mediana.

Articoli recenti