HomeOpinioniLa BoboTv sta cambiando il modo in cui si racconta il calcio...

La BoboTv sta cambiando il modo in cui si racconta il calcio in Italia

La BoboTv, il progetto social di Christian Vieri, avrà ospite Pep Guardiola: una mossa che certifica la grande crescita di uno show che potrebbe cambiare il calcio sui media

LEGGI ANCHE: Guardiola in Italia: da De Gregori a Baggio

Quando è nata, nell’aprile del 2020, la BoboTv era “tv” solo per modo di dire, ed era stata generalmente presa per una bizzarra iniziativa di alcuni ex-calciatori attempati per tenersi impegnati durante il lockdown. Oggi, poco più di un anno dopo, è un fenomeno mediatico in grande crescita, che ha già annunciato un colpo considerevole: avere come ospite Pep Guardiola.

È quello che ha annunciato oggi su Instagram Christian Vieri, il deus-ex-machina del progetto, dando l’appuntamento ai fan per sabato sera alle 21.00 per la consueta diretta su Twitch, con l’ospite d’eccezione.

Che cos’è la BoboTv

LEGGI ANCHE: I migliori canali di calcio su Twitch

Nella primavera del 2020, con il primo lockdown e la sospensione del calcio praticamente ovunque nel mondo, il pubblico s’era improvvisamente ritrovato senza sport né dal vivo né in tv, bloccato in casa senza altra possibilità sociale che non, appunto, i social network. È stato un periodo, come ricorderete bene, in cui sono fiorite le dirette su Facebook e Instagram.

Christian Vieri, ex-calciatore della Nazionale e da sempre personaggio molto mediatico, ha colto al volo l’occasione per lanciare un suo progetto: una serie di dirette a tema calcistico con alcuni suoi ex-colleghi. In particolare Daniele Adani, popolare commentatore televisivo su Sky, ma al gruppo si è presto unito anche Antonio Cassano.

LEGGI ANCHE: Come sarà la maglia dell’Italia per gli Europei 2021

Grazie a un linguaggio molto colloquiale, lontano dallo stile della tv generalista, e alla fama dei protagonisti, la BoboTv è divenuta rapidamente un fenomeno mediatico di grande successo: una sorta di covo ideale per i tifosi nostalgici del calcio degli anni Novanta e Duemila, dall’atmosfera rilassata e in cui si poteva dire un po’ di tutto. Certe sparate di Cassano, per intenderci, hanno iniziato ad avere grande eco, portando la BoboTv tra le notizie dei principali siti d’informazione sportiva in Italia.

A dicembre, poi, il progetto ha fatto il salto su Twitch, la piattaforma di live streaming più in voga oggi, con una prima puntata in diretta in contemporanea su Instagram, a cui hanno preso parte anche Nicola Ventola, Javier Zanetti e Ciro Ferrara. Risultato: circa 30.000 spettatori unici.

Una rivoluzione nel racconto mediatico del calcio?

LEGGI ANCHE: Il Venezia ha uno dei progetti sportivi più interessanti d’Italia

L’annuncio di Guardiola come ospite è l’ennesimo tassello di una crescita clamorosa e assolutamente inpronosticabile: il tecnico catalano è una star internazionale molto difficile da raggiungere anche per noti network televisivi come Rai e Mediaset, e che al momento della sua apparizione sulla BoboTv si troverà in mezzo tra la vittoria dello scudetto in Inghilterra e la finale di Champions League.

Vieri, dopo il ritiro nel 2009, aveva più volte provato a iniziare una nuova carriera televisiva, ma solo nel 2019 era riuscito a riscuotere un buon successo come ospite a Tiki Taka, programma di intrattenimento calcistico su Mediaset. La BoboTv è un progetto che però lo vede attivo in prima persona, e soprattutto al di fuori del sistema mediatico classico: va incontro alla nuova tendenza del pubblico, sempre più alla ricerca di prodotti meno “ingessati” e più diretti, senza la mediazione dei vecchi canali come tv e giornali.

LEGGI ANCHE: Copa America 2021, dove vedere le partite: orari diretta tv e streaming

La scelta prima di Instagram e poi di Twitch dimostra infatti una grande conoscenza dei trend e della capacità di restare al passo delle mode. Vieri e questi altri ex-calciatori, un tempo, erano relegati al ruolo di opinionista d’eccezione, di guest star in uno studio in mezzo a gente che spesso aveva maggiore padronanza di linguaggio rispetto a loro, ed era anche la vera portatrice di contenuti (le informazioni giornalistiche), mentre loro facevano giusto corredo.

La BoboTv, invece, sta cercando di ribaltare i ruoli. Il pubblico non la segue alla ricerca di approfondimenti, di notizie esclusive e verificate o di analisi tattiche (lo stesso Adani, le riserva per lo più per il suo lavoro su Sky), ma è interessato a un programma apparentemente povero di contenuti, in cui ex-calciatori parlano di sport a ruota libera.

LEGGI ANCHE: Oaktree: ufficiale il prestito a Suning per garantire il futuro dell’Inter

Questo modello, apparentemente improbabile (costruito più sulla fama dei protagonisti che sui contenuti dello show) si sta rivelando di grande successo nonostante sia in netta opposizione con quello a cui di solito lavorano i programmi telvisivi. Il fatto di essere riuscito ad avere Guardiola ospite potrebbe rappresentare un passo importante per cambiare il ruolo dei media nel racconto sportivo: non solo per Vieri & Co., ma anche per Twitch, la piattaforma attraverso cui Amazon sta infatti pensando di arrivare a trasmettere i match di Serie A e Champions League nel prossimo futuro.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!

98316bfe462d28c8979063b5c072b9cf?s=90&d=mm&r=g
Valerio Moggia
Nato a Novara nel 1989, è il curatore del blog Pallonate in Faccia, ha scritto per Vice Italia e Rivista Undici, e collabora con la rivista digitale Linea Mediana.

Articoli recenti