HomeIn Primo PianoC'è un nuovo caso Gasperini - Gomez all'Atalanta

C’è un nuovo caso Gasperini – Gomez all’Atalanta

Mentre l’Atalanta vola, la faida tra Gasperini e Papu Gomez si arricchisce di un nuovo capitolo: tra le accuse reciproche spuntano alcuni post su Instagram

La bella vittoria sul campo del Benevento riproietta l’Atalanta nelle parti alte della classifica. La Dea, con un 4-1 maturato in scioltezza, è tornata a dare fastidio alle grandi del campionato. Segno che, nonostante i problemi extracampo dell’ultimo mese e mezzo, il lavoro di Gian Piero Gasperini continua a pagare. Le polemiche, però, non si sono placate.

Al termine del match stravinto al Vigorito, Gasperini si è visto costretto a tornare sull’esclusione perenne di Papu Gomez. L’argentino non è stato convocato per la trasferta campana. Ufficialmente per motivi tecnici, ufficiosamente perché i rapporti tra lui e la società si sono definitivamente incrinati dopo i fatti di Champions League.

atalanta
Fonte immagine: @tuttoatalanta (Twitter)

Caso Gomez, cos’ha detto Gasperini

L’Atalanta vola e lo fa con i suoi protagonisti principali. Da Zapata a Muriel, passando per il rinato Ilicic: “Gomez è fuori perché ho dovuto fare delle scelte – ha spiegato l’allenatore della Dea a Sky Sport – in quel momento lui non si adattava e allora ho preso una decisione”. “È stata una scelta – ha continuato Gasperini – dettata dal fatto che io avevo bisogno di provare un altro tipo di squadra. Stavamo soffrendo e in quel momento Gomez non si adattava”.

Nessun motivo personale, quindi, alla base del litigio: “Il mio era sempre ed esclusivamente un motivo tecnico – ha concluso il tecnico dell’Atalanta -, vedevo che il centrocampo soffriva molto e ho fatto una scelta per aiutare di più de Roon e Freuler. L’abbiamo fatto anche in passato, solo che stavolta la decisione non è stata accettata”. Da qui la rottura definitiva.

La risposta sui social

Gomez non ha evidentemente accettato di buon grado le parole dell’ormai suo ex allenatore, a tal punto che nella giornata di domenica, tramite Instagram, ha postato una serie di storie nelle quali si vede chiaramente il suo apporto in fase di copertura. C’è l’Atalanta che difende e lui in raddoppio, poi un compagno in possesso e lui che si propone rinculando nella metà campo difensiva.

Infine, a corredo sono stati pubblicati anche alcuni video, come a dire: chi è che non aiuta la squadra? Insomma, questo è il classico caso nel quale ognuno rimarrà della sua opinione e solo un addio potrà definitivamente risolvere la diatriba. L’Atalanta si è già schierata e, almeno per ora, la scelta sembra essere quella vincente.

Prima la credibilità, poi la fiducia: quella che, evidentemente, la stessa Atalanta aveva riposto in Gomez, venendo delusa da un calciatore che ha sì dato tanto alla causa, ma senza l’aiuto di Gasperini, forse, avrebbe ottenuto molto meno.

atalanta
Fonte immagine: @CampoFattore (Twitter)

L’Atalanta lo ha messo in vetrina

Papu Gomez lascerà quindi l’Atalanta. O, almeno, lo farà se la dirigenza troverà qualcuno disposto a versare nelle casse orobiche almeno 10 milioni di euro. Papu piace a tanti, in maniera decisamente trasversale: in questi giorni è stato accostato all’Inter, che lo cerca per rimpolpare le rotazioni offensive, ma ci sono stati sondaggi anche di Lazio, Napoli e Fiorentina.

Poi c’è la pista araba, ricca ma poco convincente visto che la famiglia di Gomez si trova bene a Bergamo. Per questo l’Atalanta sa di avere il coltello dalla parte del manico. Difficile, se non impossibile, sarà invece vederlo di nuovo in campo con quei colori nerazzurri che tanto gli hanno dato. Ma la vita e il calcio sono così: a un certo punto bisogna anche sapere quando è ora di lasciarsi.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard!

Avatar
Andrea Bracco
Cuneese, ha fondato il primo sito di calcio sudamericano in Italia e collaborato con diverse realtà editoriali di importanza nazionale, come Ultimo Uomo e Rivista Undici. Liga e Sudamerica le sue stelle polari, il calcio minore la sua debolezza.

Articoli recenti