Come giocherà il Venezia di Andrea Soncin

Cambio in panchina: sarà Soncin il nuovo allenatore del Venezia da qui a fine stagione, dopo l’improvviso esonero di Paolo Zanetti. Come giocheranno i lagunari?

Otto sconfitte consecutive che sono state fatali a Paolo Zanetti, tecnico del Venezia che era stato protagonista di un’ottima prima parte di stagione ma che, nel 2022, è riuscito a ottenere appena 2 punti, scivolando in zona retrocessione.

Mercoledì 27 aprile è così arrivato l’esonero del tecnico vicentino, che negli scorsi giorni era già stato avvicinato al Parma in vista della prossima stagione. Nessun grosso stravolgimento, però, nel Venezia, che ha optato per una soluzione interna per portare a termine la stagione: in panchina si siederà quindi il tecnico della Primavera Andrea Soncin, per le ultime cinque partite di Serie A.

Chi è Andrea Soncin, il nuovo allenatore del Venezia

Classe 1978, Soncin è noto soprattutto per il suo passato da giocatore: attaccante molto duttile a livello tattico, è stato celebre soprattutto come bomber nelle serie minori italiane, conquistando il titolo di capocannoniere della C1 nell’annata 2004/2005, quando giocava al Lanciano.

Tante esperienze diverse nel suo curriculum, di cui si ricordano soprattutto i periodi trascorsi con Vigevano, Sambenedettese e Ascoli, ma anche alcune incursioni nelle categorie maggiori con Perugia e Atalanta.

A Venezia è legato dalle sue origini calcistiche, essendo emerso nel vivavio dei lagunari nella seconda metà degli Anni Novanta, pur senza mai esordire in prima squadra. Nel 2017, subito dopo il ritiro dal calcio giocato, è tornato in Veneto entrando come collaboratore nel settore giovanile, occupandosi poi anche dell’U17. L’anno scorso è stato nello staff di Paolo Zanetti nella stagione della promozione in Serie A, e la scorsa estate è stato spostato alla guida della squadra Primavera.

Come gioca Andrea Soncin

Quello richiesto a Soncin è un compito tutt’altro che facile: con sole cinque partite da giocare da qui alla fine della stagione, il Venezia è in caduta libera e al momento ultimo in classifica con 6 punti di ritardo dal Cagliari, la prima delle salve.

La sfida, per il nuovo tecnico dei lagunari, inizierà questa domenica in casa della Juventus, e proseguirà poi attraverso due partite cruciali: gli scontri diretti contro la Salernitana, giovedì 5 maggio, e contro il Cagliari, nell’ultima di campionato il 22 maggio.

Per l’allenatore lombardo si tratterà dell’esordio assoluto sulla panchina di un club professionistico, per cui è difficile prevedere quale sarà il suo approccio tattico. Nella Primavera degli arancioneroverdi ha solitamente utilizzato un 3-4-2-1, sicuramente diverso dal modulo utilizzato fin qui da Paolo Zanetti. In questa veste, il suo Venezia sta disputando un’ottima stagione nel campionato Primavera 2, trovandosi attualmente al sesto posto in classifica, ma con il miglior attacco e la miglior difesa del torneo.

Soncin, tuttavia, potrebbe decidere di limitare le modifiche tattiche alla squadra maggiore, concentrandosi principalmente sulla cura del morale della rosa, che deve ritrovare la brillantezza e la sicurezza della prima metà della stagione.

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI