Zielinski all’Inter: tre penalizzazioni per il Napoli

0
Zielinski all'Inter: tre penalizzazioni per il Napoli
Fonte: Image Photo Agency

Zielinski all’Inter: il polacco del Napoli sempre più vicino al trasferimento in nerazzurro, con tre contraccolpi diretti per il club partenopeo.

Marotta sta per portare a casa l’ennesimo colpo a costo zero della sua esperienza da dirigente dell’Inter. Dopo l’arrivo di Marcus Thuram la scorsa estate e le voci in merito al prossibile prossimo acquisto di Mehdi Taremi, sta anche per ottenere la firma di Piotr Zielinski, centrocampista polacco del Napoli che compirà 30 anni il prossimo 20 maggio. Arrivato in Campania nell’agosto del 2016 dall’Udinese grazie a una spesa di 16 milioni di euro, dopo essersi messo in mostra in precedenza con la maglia dell’Empoli, Zielinski è al momento uno dei migliori centrocampisti della Serie A e dei più stimati in Europa. Nato trequartista, è stato progressivamente trasformato in una mezzala o regista avanzato di grande talento, raggiungendo l’apice del suo rendimento nel corso della passata stagione, durante la quale ha trascinato il Napoli alla conquista di uno storico scudetto.

Il suo contratto va però in scadenza a giugno, e sembra ormai certo che il polacco non rinnoverà, liberandosi dunque a zero a fine stagione. Un esito che il club partenopeo aveva cercato di scongiurare, ma evidentemente senza grande successo. Benché la trattativa con i nerazzurri non sia ancora ufficialmente conclusa, diverse testate – a partire da Calciomercato.com – la danno già per fatta e hanno riportato anche le cifre praticamente certe del suo trasferimento a Milano. Zielinski dovrebbe firmare un accordo di 4 anni, andando a guadagnare 4,5 milioni di euro netti a stagione: un bel salto in avanti, rispetto ai 3 milioni che attualmente percepisce al Napoli. Per quanto riguarda l’Inter, questa trattativa permetterà di aggiungere un’altra pedina di classe ed esperienza alla rosa di Simone Inzaghi, dopo il fallimento dell’assalto della scorsa estate a Lazar Samardzic dell’Udinese. Una volta approdato in nerazzurro, Zielinski avrà il compito di sostituire il veterano Henrikh Mkhitaryan, che spegnerà 35 candeline il prossimo 21 gennaio e che a fine stagione vedrà a sua volta scadere il proprio contratto. Non è detto che l’accordo con l’armeno non possa essere ulteriormente prolungato di una stagione, visto anche il suo rendimento e l’affidabilità mnostrate finora, ma per ragioni anagrafiche è logico che l’Inter cerchi di cautelarsi. Anche perché la riserva ideale di Mkhitaryan, il 30enne olandese Davy Klaassen, non sembra finora aver convinto Inzaghi, e pure lui si svincolerà nel giugno del 2024.

Zielinski Inter: tre brutti colpi per il Napoli

Chi ci rimette, in un modo o nell’altro, da questo trasferimento, è senza dubbio il Napoli, che subirà tre contraccolpi dall’addio di Zielinski. Il primo, è ovviamente l’addio a parametro zero di uno dei giocatori più importanti della rosa partenopea, un centrocampista che in sette stagione e mezza ha messo a referto 50 reti e 46 assist in 351 incontri ufficiali. La diretta conseguenza di tutto questo è che sarà molto complicato per De Laurentiis e il resto della dirigenza dei campani trovare un altro giocatore di qualità adatto a sostituire il polacco per un prezzo contenuto. Al momento, la pista principale per il Napoli è quella che conduce a Lazar Samardzic, per cui, secondo il quotidiano Il Roma, la società campana offrirebbe 20 milioni più vari bonus all’Udinese, sperando di superare la concorrenza agguerrita della Juventus.

La seconda “penalizzazione” che subirà il Napoli a causa di questa cessione è dovuta al fatto che la scorsa estate De Laurentiis avrebbe potuto cedere Zielinski per 35 o 40 milioni a una big straniera, facendo una bella plusvalenza sul valore del giocatore e soprattutto potendo tranquillamente reinvestire il guadagno in un nuovo acquisto. Per esempio, con i soldi dell’incasso di Zielinski sarebbe stato più facile, probabilmente, chiudere per tempo la trattativa per il 21enne spagnolo Gabri Veiga del Celta Vigo, che alla fine, anche a causa dei ritardi della trattativa col Napoli, ha accettato l’offerta dei sauditi dell’Al Ahly, che lo hanno pagato 30 milioni. Terzo e ultimo dato negativo, a questo punto, il fatto che in questo modo il Napoli andrà a rinforzare quella che teoricamente sarebbe una rivale nella lotta per lo scudetto. L’Inter metterà le mani su Zielinski senza nessuna spesa per il cartellino del giocatore, mentre i partenopei dovranno spendere altri soldi per sostituire il giocatore, acuendo virtualmente il proprio divario negativo dai nerazzurri.