Allo Spartak Mosca porta male sconfiggere il Napoli

Lo Spartak Mosca ha affrontato due volte il Napoli nella sua storia, lo ha sempre sconfitto, ma poi ci sono state delle conseguenze… ehm, spiacevoli.

La decisione della UEFA di escludere il club russi dalle competizioni internazionali, congiuntamente alla Nazionale, ha di fatto escluso lo Spartak Mosca dagli ottavi di Europa League, dove avrebbe dovuto affrontare il RB Lipsia.

Una disdetta, per la squadra allenata da Paolo Vanoli, che aveva dimostrato un’ottima forma, sconfiggendo due volte il Napoli di Spalletti nei gironi, e costringendo i partenopei a giocare lo spareggio contro il Barcellona, che ne ha poi sancito l’eliminazione dalle coppe europee. Ma non è la prima volta che la sfida tra i due club si conclude in questa maniera: trionfo russo e poi catastraofiche conseguenze geopolitiche.

Il precedente “geopolitico” tra Spartak Mosca e Napoli

Al momento dei sorteggi dei gironi di Europa League, si era citato l’unico precedente tra le due squadre, avvenuto nella stagione 1990/1991 negli ottavi di finale di Coppa dei Campioni. All’epoca, però, nessuno poteva prevedere che la coincidenza tra i due eventi sarebbe stata più grande del previsto.

A quei tempi, infatti, Napoli e Spartak Mosca conclusero sullo 0-0 entrambe le sfide, e furono infine i russi a prevalere ai calci di rigore, eliminando la squadra italiana allora allenata da Albertino Bigon e con in campo Maradona e Careca. Tra i moscoviti, invece, c’erano in campo alcuni giovani di belle speranze, come Igor Shalimov (in futuro a Foggia, Inter, Udinese, Bologna e proprio Napoli), Valerij Karpin e Aleksandr Mostovoi.

Quello Spartak Mosca era infatti una squadra di tutto rispetto, come conferma il fatto che al turno successivo eliminò anche il Real Madrid, prima di arrendersi in semifinale (miglior prestazione della sua storia) all’Olympique Marsiglia. A dicembre 1991, poco più di un anno dopo aver eliminato il Napoli, l’Unione Sovietica si dissolse.

Facciamo un salto alla stagione 2021/2022: Spartak e Napoli si affrontano ai gironi di Europa League, i russi vincono entrambe le partite e di fatto eliminano di nuovo i partenopei, costringendoli a un turno successivo contro il Barcellona. E pochi mesi dopo la fine dei gironi è arrivato lo scoppio della guerra in Ucraina, che si è tradotta in sanzioni – economiche, politiche e sportive – senza precedenti contro la Russia.

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI