Sergio Conceiçao il mentore: gli strani consigli per il figlio Chico

Il figlio maggiore di Sergio Conceiçao ha raccontato il rapporto tra il padre e il fratello Chico, che ha esordito nel Porto poche settimane fa

Sergio Conceiçao ha una doppia missione molto difficile da portare a termine; oltre a diventare un grande allenatore, percorso sul quale sta lavorando ininterrottamente da anni, il portoghese è anche padre di due ragazzi in rampa di lancio, Rodrigo e Francisco. Quest’ultimo gioca nelle giovanili dei Dragoni e, proprio in questo periodo, sta cominciando ad affacciarsi in prima squadra.

LEGGI ANCHE: Empoli in Serie A, una storia di giovani e programmazione

Chico, come viene soprannominato il figlio di Sergio Conceiçao, non ha avuto alcun trattamento di favore. Tutt’altro, perché papà da lui pretende impegno massimo, tanto da tenerlo sotto pressione sette giorni su sette, consigliandolo e spronandolo a dare sempre di più. Il fratello maggiore ha raccontato alcuni retroscena del rapporto tra Sergio Conceiçao e Chico.

“Hai fame”? Il metodo Sergio Conceiçao

Per esempio, perdere peso è fondamentale: Sergio Conceiçao tiene sulla corda Chico e gli ha consigliato, ogni qual volta il ragazzo sente i morsi della fame, di bere tantissima acqua. Oltre a tenere idratato il corpo, questo metodo fa sì che la fame venga controllata con facilità. Parallelamente, c’è anche una buona parte di esercizio fisico.

LEGGI ANCHE: José Mourinho alla Roma: il comunicato del club

“Chico ha cominciato a correre per 14 o 15 chilometri al giorno” ha raccontato Rodrigo a Canal11, aggiungendo che “non è comunque facile tenere sotto controllo il proprio peso”. Infatti papà è sempre sul pezzo, cercando di spronare il fratello minore a dare di più. La soluzione dell’acqua? “La più semplice”, raccomanda sempre il tecnico del Porto. Che, poche settimane fa, ha fatto esordire il figlio in prima squadra. Una piccola soddisfazione dopo tanti sacrifici.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!