Le possibili avversarie della Roma: chi può incontrare ai playoff di Europa League

La Roma si è qualificata ai playoff di Europa League, dove incontrerà una delle retrocesse della Champions League: ecco le possibili aversarie.

Battendo il Ludogorets, la Roma ha conquistato il secondo posto nel Gruppo C dietro il Betis, e accedendo così alla prossima fase dell’Europa League. I detentori dell Conference oroseguiranno dunque il proprio percorso in Europa, ma contro avversarie non proprio agevoli, almeno sulla carta.

i playoff di Europa League, infatti, vedranno i giallorossi impegnati, come tutte le seconde classificate dei gironi, contro le terze dei gruppi della Champions League. IL sorteggio di questi accoppiamenti avverrà lunedì 7 novembre, mentre le partite si disputeranno tra il 16 (andata) e il 23 febbraio 2023 (ritorno).

Possibili avversarie Roma playoff Europa League 2022/2023

Come detto, la Roma potrà incrociare, nei playoff di Europa League, solo le squadre retrocesse dalla Champions League, cioè quelle che hanno chiuso al terzo posto nei gironi. L’unico impedimento, ovviamente, è rappresentato dai club della stessa nazione: ciò significa che la Roma non potrà essere sorteggiata contro la Juventus.

AJAX

L’addio di Ten Hag in pachina edi tanti giocatori fondamentali degli ultimi anni ha sicuramente aperto una fase di ristrutturazione dell’Ajax, che finora ha dato risultati alterni. La squadra è giovane, prima in Eredivisie, ed è stata eliminata dalla Champions da Napoli e Liverpool: sulla carta è abbordabile, ma ha la capacità di sorprendere.

BAYER LEVERKUSEN

Molto meglio sulla carta che in campo: il Leverkusen ha deluso in Champions, uscendo a causa di Porto e Club Brugge (unica soddisfazione: aver chiuso davanti all’Atletio Madrid), e in campionato le cose stanno andando malissimo, con il terz’ultimo posto in Bundesliga. Al momento, una delle avversarie migliori per la Roma.

BARCELLONA

Sicuramente una delle squadre da evitare, se non proprio la peggiore possibile. Xavi ha a disposizione una rosa di altissimo livello, e deve attaccarsi all’Europa League per  salvare la stagione. La buona notizia è che i blagrana hanno dimostrato molti limiti con le squadre che sanno difendersi e soffrire (l’Inter), una qualità tipica di Mourinho.

SPORTING LISBONA

La portoghese che ha deluso di più ma che ha dimostrato di potersela giocare con squadre come Tottenham e Eintracht Francoforte. Amorim è un allenatore emergente, e la sua squadra è solida: meglio starci attenti.

SALISBURGO

Anche gli austriaci sono una squadra giovane e propositiva, temibile ma abbordabile per la Roma, che sa difendersi in maniera organizzata e ha esperienza e concretezza. Forse uno degli avversari migliori per i playoff.

SHAKHTAR DONETSK

La formazione ucraina è sempre un avversario ostico, anche se in estate ha perso molti dei suoi pezzi pregiati. In Champions ha avuto poco da fare contro Real Madrid e RB Lipsia, ma è riuscita comunque a far fuori il Celtic.

SIVIGLIA

Sta andando molto male in Liga (terz’ultima), ma in Champions è uscita solo per quattro punti in un gruppo con Manchester City e Borussia Dortmund, segno che la qualità c’è. Non è un avversario da prendere sotto gamba, ma anche in questo caso la Roma può farcela.