Perché all’Inter serve Asllani

Asllani è reduce da una grande stagione con la maglia dell’Empoli, e l’Inter è decisa a portarlo in nerazzurro in estate: ecco perché l’albanese interessa tanto.

Non è da tutti esordire in Serie A senza grande esperienza alle spalle e imporsi subito come uno dei giocatori migliori della stagione. Ci è riuscito Kristjan Asllani, 20enne albanese dell’Empoli che due stagioni fa con Dionisi aveva disputato appena una manciata di minuti in Coppa Italia, e poi è stato lanciato direttamente nella massima categoria italiana da Andreazzoli, stupendo tutt.

È risaputo che il centrocampista dell’Empoli è da tempo nel mirino dell’Inter, che lo ha identificato come uno dei giocatori più importanti da aggiungere alla rosa della prossima stagione.

Il club toscano sembrerebbe interessato a chiedere 15 milioni di euro, una cifra non esigua per un ragazzo così giovane, ma che non ha dissuaso l’Inter. I nerazzurri, però, starebbero puntando ad abbassare il prezzo del cartellino proponendo una contropartita tecnica: visto il ritorno a Milano di Pinamonti, all’Empoli potrebbe fare comodo un attaccante tra Satriano ed Esposito.

Perché l’Inter vuole Asllani

Quel che è certo, come sottolinea oggi la Gazzetta dello Sport, è che l’albanese interessa molto e che Marotta vuole chiudere la trattativa in tempi stretti, così da evitare una scomoda asta ma anche per mettere a disposizione di Inzaghi il prima possibile un giocatore che potrebbe avere un ruolo importante per il futuro nerazzurro.

Asllani arriverebbe principalmente per fare il vice Brozovic, ruolo delicato ma di fondamentale importanza per l’Inter, dato che in questa stagione il croato si è confermato cruciale negli equilibri tattici della squadra di Inzaghi, e le sue assenze o i suoi cali di forma hanno coinciso con i momento di maggiore difficoltà, che sono poi costati lo scudetto.

L’Inter del futuro, quindi, non potrà prescindere da un’alternativa seria e affidabile al suo regista di centrocampo. In più, il talento empolese ha dimostrato una grande duttilità e un dinamismo che lo rendono anche più versatile del croato, e che gli permetteranno tranquillamente di giocare anche in altre posizioni del campo. Nella linea mediana, infatti, l’Inter presenta alcune lacune specialmente a livello di ricambi, se pensiamo allo status di Gagliardini, Vidal e Vecino.

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI